Blog: http://lapsus.ilcannocchiale.it

Non oso pensare in quale Italia ci risveglieremo lunedì sera...

Temo il peggio, e forse qualcuno qui non si è ancora reso conto di cosa si scatenerà se - come tutto fa temere - vincerà l'astensione Ma vi rendete conto? Si scateneranno le peggiori anime dell'italica destra, cattolica, neofascista, leghista e chi più ne ha. Rimetteranno in discussione TUTTO, convinti che ormai l'Italia sia 'cambiata': - legge 194 aborto - legge 180 salute mentale tra le prime. Se il 60% o più dell'elettorato attivo decideranno di impedire la riscrittura della legge 40, vorrà dire che vivremo in un paese sempre meno libero, che 2 persone su 3 tra quelle che ci circondano sono intolleranti, codine, disposte a svendere la propria responsabilità ai poteri forti del momento, che l'Italia risprofonderà nella neo controriforma e nel neo iper conformismo Forse è già successo e sta già succedendo, ma vederlo confermato da un referendum è veramente agghiacciante. E nessuno, troppo pochi, che si ribellino, e troppi, troppi, che preferiscono accanirsi - celati dietro l'anonima astensione e le tonache curiali... un po' come avviene in Rete... Possibile che nessuno avvertà la gravità del pericolo? In nome della 'par condicio' su ogni radio e TV si continuano a sentire - prevalentemente, anche quando schierate per i SI' - le voci dell'astensione. Insistiamo, giustamente, a garantire a TUTTI libertà piena di espressione, peccato che rischi di vincere il partito di quelli che della libertà non sanno che farsene :( Tempi davvero cupi... e... Ho letto interventi sui figli non biologici... ma quanti figli vengono al mondo già ora ? quanti vengono e verranno affidati, adottati, mandati a morire in guerra, a morire per fornire organi, a morire di HIV o di altre malattie potenzialmente curabili? il tutto nella più totale indifferenza dei paladini dei diritti di 4-8 cellule, per natura 'a perdere' ... Certo, per carità, per il primo dico: responsabilizziamoci! Ma iniziamo a farlo VOTANDO! Chi vota, prenota un posto per dire la sua, per approfondire qualunque riflessione. Chi si astiene, rinuncia a priori ad esprimere un proprio pensiero, e purtroppo rischia di togliere per il futuro quel diritto a molti altri...

Pubblicato il 11/6/2005 alle 12.25 nella rubrica Biotecnologie.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web