Blog: http://lapsus.ilcannocchiale.it

Quattro SI' per abrogare la legge 40, e affrontare molte forme di disagio, e liberarsene

Moltissime persone affluiscono qui per affrontare un disagio, fisico e o psicologico, per superarlo, per liberarsene Il disagio di una malattia geneticamente determinata: sclerosi multipla, distrofia muscolare, parkinson, alzheimer ..., la cui cura puo' essere individuata attraverso la ricerca sulle cellule staminali: embrionali e somatiche, non c'è alcuna frattura tra i due (ma sono di più) filoni di ricerca, come hanno confermato tutti gli scienziati del mondo che lavorano in questo settore. Il disagio di una qualunque impossibilità fisica nel generare un proprio figlio Il disagio di una malattia geneticamente trasmessa, che si vuole evitare di ritrasmettere alle generazioni future, effettuando una diagnosi prenatale che eviti Il disagio di dover effettuare un aborto terapeutico in una fase più avanzata della gravidanza Il disagio di di dover ricorrere all'adozione, che significa pur sempre sottrarre un figlio ad una madre impossibilitata a crescerlo, il più delle volte per problemi economici e sociali, e di poter sperare solo in un donatore 'eterologo' per procreare il disagio di dover sperare in un donatore di organi, il più delle volte qualcuno cui un organo è stato sottratto violentemente, magari a un bambino... in attesa che la ricerca sulle staminali embrionali e somatiche consenta una personale 'banca' di organi e tessuti questi e altri disagi sono aumentati o resi impossibili da superare dall'attuale legge 40 Per questo servono quattro chiari SI al referendum !!!!!!!!!!!! Natura, cultura... si è parlato di uomo 'prometeico' (Prometeo è colui che donò agli uomini il fuoco, la luce della ragione, e per questo fu punito da Giove) Ma - ieri sera guardavo un bel documentario della serie Super Quark - l'imitazione della natura, senza che la natura si sconvolga per 'questioni etiche', è già presente ... nella natura addirittura nella materia, nelle molecole, in quell'intelligenza che non gioca a dadi (come diceva Albert Einstein) che pervade l'universo dalle sue fondamenta e dalle sue origini: animali, molluschi, insetti, pesci, che imitano - senza poterli vedere bene, senza arte o consapevolezza propria - dettagli del loro ambiente vitale: imitano alla perfezione foglie rotte un po' smangiate ai bordi, rametti secchi, alghe, coralli... se un Prometeo esiste, è già nella Natura, e l'uomo è parte di essa, col vantaggio di poterne godere e col vantaggio di poter modificare 'consapevolmente' il proprio ambiente, e anche la propria natura (pensate solo a quanti fondamentali cambiamenti dai primi ominidi a oggi!) anche la Chiesa Cattolica del resto, che a qualcuno sembra irrinunciabile autorità nelle scelte umane, ha spesso dovuto correggere errori di valutazione: da Galileo all'accettazione delle vaccinazioni contro il vaiolo, fino a 100 anni fa ritenute indegne di un cristiano, perchè il vaiolo era valutato volontà di Dio... perfino gli animalisti dovrebbero riflettere: l'uomo ha finalmente nelle sue mani strumenti per curare malattie e disagi ricavati dallo studio di se stesso, e questo fa sperare che in futuro si dovrà sempre meno ricorrere alla ricerca su animali indifesi per risolvere problemi dell'umanità insomma, tanti disagi possono essere affrontati se sapremo guardare al futuro con mente attenta e aperta: le chiusure non servono a nessuno, se non a chi trae un qualche vantaggio dall'impedire che i disagi vengano affrontati, superati, risolti e che dai disagi ci si possa liberare ! GdV Forum

Pubblicato il 10/6/2005 alle 17.5 nella rubrica Biotecnologie.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web