Blog: http://lapsus.ilcannocchiale.it

Dalla questione morale di Enrico Berlinguer alla iscrizione di Beppe Grillo al Partito “Democratico” respinta perchè “ostile”

E’ fin dalla nascita del Partito Democratico (PD) che auspicavo e auspico che tutta la Sinistra in massa si iscriva all’unico partito che rende possibile una credibile Opposizione (e un futuro Governo) in Italia.

Ci ha provato Beppe Grillo, facendo della berlingueriana questione morale il suo cavallo di battaglia, ed è stato all’unanimità respinto da quel partito … per ostentata ostilità …

Roma, 14-07-2009

http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=124688

Dopo giorni di polemiche e botta e risposta, la commissione nazionale di garanzia del Partito Democratico ha deciso: Beppe Grillo non potrà scendere in campo coi democratici. E’ arrivato il no della commissione nazionale di garanzia del Partito Democratico. A quanto riferisce una nota, la commissione “ha confermato all’unanimità” che non è possibile la registrazione di Grillo nell’anagrafe del Pd poichè “egli ispira e si riconosce in un movimento politico ostile al partito”. La delibera verrà resa nota sul sito nei prossimi giorni.

Roma, 13 lug. (Adnkronos) - Sabina Guzzanti: “Io penso che quella di Beppe Grillo sia una provocazione che va presa per quella che e’. Ma secondo me arriva in un momento buono per ridiscutere lo Statuto del Pd. Con queste regole, fatte in fretta come e’ stato fatto in fretta il Pd, anche Calderoli o anche Forza Italia potrebbero ’scalare’ il partito come si scala una banca”. A commentare cosi’ con l’ADNKRONOS l’annuncio di Beppe Grillo di volersi candidare alle primarie del Pd e’ Sabina Guzzanti, collega e compagna di diverse battaglie del comico genovese.

“Nello statuto attuale -sottolinea la Guzzanti- non c’e’ niente di democratico ne’ di scientifico. I dirigenti del Pd, anziche’ avere reazione scomposte, potrebbero prendere spunto da questa mossa di Grillo per ridiscutere le regole, visto che queste regole le hanno create loro. In giro nel mondo non mancano esempi migliori, per dirne uno le primarie degli Usa. Insomma andrebbe fatta una discussione seria coinvolgendo davvero la base, cercando nella societa’ civile tutti quelli che possono dare un contributo intelligente.

“La questione drammatica, che viene fuori anche in questa occasione, e’ che c’e’ uno scollamento tra l’elettorato di sinistra e quello che e’ stato perseguito da dirigenti dei Ds prima e dal Pd poi. Su temi cari alla base come la difesa della democrazia, l’applicazione della Costituzione, l’immigrazione, l’istruzione, la cultura, la ricerca, la legalita’, la lotta alla corruzione, i dirigente del Pd sono andati spesso in senso opposto o si sono mossi in maniera molto tiepida. E questo scollamento naturalmente si e’ pagato”, conclude Sabina Guzzanti.

http://www.libero-news.it/adnkronos/view/153680

Grillo168 – Il PD al capolinea

StaffGrillo
14 luglio 2009

Il Pd è arrivato al capolinea – Tutti i video e i DVD di beppegrillo.it sono disponibili su

http://grillorama.beppegrillo.it/

PD

Intervista a Enrico Berlinguer

«I partiti sono diventati macchine di potere»

«I partiti non fanno più politica», dice Enrico Berlinguer.

«I partiti hanno degenerato e questa è l’origine dei malanni d’Italia».

Eugenio Scalfari

http://www.metaforum.it/berlinguer/questionemorale.htm

luglio 14th, 2009 | Tags: , , , , , , ,

Pubblicato il 14/7/2009 alle 23.3 nella rubrica Politichese.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web