Blog: http://lapsus.ilcannocchiale.it

Se lo spazio-tempo è curvo

allora Contact (Rete4, 4 aprile 2004) non è solo fantascienza, ma una felice intuizione... Sarà perchè il 17 aprile (1948) sono nato io... ma la cosa mi intriga ! Albert EinsteinSarà lanciato il 17 aprile dalla base di Vandenberg Un satellite verificherà le teorie di Einstein L'esperimento si avvale di una delicatissima strumentazione, quattro sfere di quarzo che si muovono dentro campi magnetici Albert Einstein (Ap) LOS ANGELES - Le teorie di Albert Einstein sull'universo saranno testate direttamente nello spazio da un satellite della Nasa che sarà lanciato in orbita il 17 aprile. L'esperimento, organizzato dall'Agenzia spaziale Usa e dall'Università di Stanford, sarà condotto senza la presenza di astronauti a bordo. Il satellite Gravity Probe-B, in partenza dalla base aerea di Vandenberg in California, studierà le defomazioni del tessuto spazio-temporale che, secondo lo scienziato tedesco, sarebbero causate dalla presenza di grandi campi gravitazionali. Per farlo utilizzerà delicatissimi giroscopi, formati da sferette di quarzo grandi come palline da ping pong che ruotano in campi magnetici a una temperatura prossima a quella dello zero assoluto. Alcuni degli effetti previsti da Einstein nel 1916 sono già stati osservati, ma non tutti sono stati ancora verificati sperimentalmente. L'esperimento era stato ideato già nel 1959, ma più volte rinviato per la difficoltà di metterne a punto la delicatissima strumentazione. (, 4 aprile 2004) Satellite to test Einstein theory A satellite that will put Albert Einstein's Theory of Relativity to the test is ready to be launched. Nasa hopes Gravity Probe B will lift off from California on 17 April. Since it was first proposed in 1959, the project has been aborted and delayed because of technical hiccups many times. Now it is ready to test two of Einstein's theories about the nature of space and time, and how the Earth distorts them. The unmanned satellite will orbit 640km (400 miles) above Earth, measuring any slight changes in gravity. Perfect spheres The satellite will carry four ping-pong-sized balls made from quartz and sealed in a vacuum. Gravity Probe Gravity Probe B has been planned for 45 years (picture Nasa) The scientists behind the project say they are the most perfect spheres ever made. To ensure accuracy, the balls must be kept chilled to near absolute zero, inside the largest vacuum flask ever flown in space, and isolated from any disturbances in the quietest environment ever produced, said Anne Kinney, director Nasa's division of astronomy and physics. Once in space the balls will be sent spinning. If Einstein is correct, there should be slight changes to the balls' orientation, or 'spin axis'. Scientists will carefully measure the expected tiny changes in the balls' movements. Einstein proposed in 1916 that space and time form a structure that can be curved by the presence of a body. Gravity Probe B will test how space and time are warped by the presence of the Earth, and how the Earth's rotation twists and drags space-time around with it. The warping effect has been measured before, but the twisting effect, called frame-dragging, has never been directly detected. The Nasa mission aims to examine both. Francis Everitt, the principal investigator of the project, said: "Aren't Einstein's theories all established and confirmed? After all it was 50 years ago that Einstein himself died and it's 100 years next year when he developed his first theory of relativity. Don't we already know it all? The answer is no." If there are no more delays, the probe's mission should be completed in 16 months' time. (BBC, Saturday, 3 April, 2004) Contact, Jodie FosterIl viaggio della protagonista (che sin già dalle prime scene sulla rampa di lancio si preannuncia surreale) sposta poi ancora una volta il baricentro della storia. Le cose che succedono in questa fase, rispetto a quelle precedenti, che conservavano una certa credibilità intrinseca, sono chiaramente fantastiche. Tuttavia è proprio a questo punto che il film riprende vigore emotivo. L’incontro con “l’alieno” ci viene presentato in una maniera inusuale e volutamente misteriosa. È però in occasione di questo dialogo che viene esplicitata la domanda “chi siamo”. La protagonista, alla sua domanda “perché ci avete chiamati”, si sente rispondere che noi siamo una “civiltà interessante, capace di bellissimi sogni, ma anche di grandi incubi”. Questo, più che un giudizio sommario sulla nostra civiltà, è una profonda riflessione sul genere umano, e manifesta una domanda che ognuno si pone: “Come siamo?”. Si vorrebbe dunque l’occasione di sentirselo dire; si vorrebbe trovare qualcuno di “esterno” che possa darci una risposta, che possa giudicarci oggettivamente. È forse dunque questo il motivo perché cerchiamo altre forme di vita, e perché non ci accontentiamo di batteri o piante, ma la vogliamo intelligente? (Contact, di Robert Zemeckis, USA 1997, recensione di Luca Berti, da un romanzo di Carl Sagal) Che è come dire: il 'viaggio' nello spazio-tempo avviene 'davvero' o 'solo' nella nostra mente? E se la mente avesse proprietà... einsteniane... ?!!?

Pubblicato il 5/4/2004 alle 2.34 nella rubrica Serendipity.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web