Blog: http://lapsus.ilcannocchiale.it

La toppa costa

E già, costa! Scrive codadilupo.ilcannocchiale.it

Per cinque anni abbiamo parlato del conflitto d’interessi berlusconiano. Fino a inflazionarne l’impatto facendone ritornello d’appartenenza, d’identità, di retorica. Ma quel richiamo alla minaccia di un uomo che piega lo Stato alle sue smanie ci ha comunque scossi dal particulare. E ci scuote ancora sapere come certi incubi e certe derive possano ripresentarsi di nuovo e solo perché alcuni malpancisti, non dimentichiamolo espressione di aree più ampie del proprio dolore di rivoluzionari incravattati, hanno deciso di mettere la testa di Prodi sul piatto d’argento. Senza manco chiedere alla Salomè di Arcore d’accennare un passo di danza. L’alternativa è secca. Anzi tombale: riconsegnare l’Italia a un Berlusconi che dopo l’astinenza annuale arriverà al comando con la spada sanguinante o riparare l’abito ulivista con qualche toppa bruttina ma salvifica. La toppa costa. E abbiamo visto subito quanto: via i Dico dal programma. Per recuperare Andreotti e Cossiga. E imbarcare Follini. In coscienza dovrei dire no. E appellarmi alla coerenza. Fare il Turigliatto Laico che per orror di tonaca le lascia campo libero coi i clericaloni non devoti della Cdl. Invece no. Accetto il compromesso al ribasso, la coerenza violentata e l’ennesima delusione. Quando c’è da scegliere tra una palata di merda in bocca e un bicchiere d’orina quanto a disgusto scelgo il meno peggio. Come il vecchio Indro nel 1976: e allora mi turo il naso e avanti col Prodi bis. E avanti con Andreotti (guarda che brutta fine abbiamo fatto!) Per le anime salve si tratta di rinuncia. Ma io ci vedo solo buonsenso al cubo. E la moralità del buonsenso non fa mai una piega.

Buon senso, dice...

A me sembrava che il 'buon senso' stesse a metà strada tra la 'piazza' e il Parlamento, ovvero 'gli elettori'

Che di buon senso fosse stare nelle alleanze militari, ma attenti a non strafare, ripensandoci quattro volte prima di mandare nostri soldati a uccidere e farsi ammazzare

Che di buon senso fosse ascoltare i giovani, i giovanissimi, le donne, gli omosessuali, le comunità, locali e nazionali, non per farsi legare le mani, ma perchè la democrazia è questa

Che di buon senso fosse smetterla con le giaculatorie otto-novecentesche in gergo comunista, cattolico pre-porta-Pia e quant'altro

Che il buon senso fosse smetterla con le finte e inutili campagne salutistiche e pro fitness 'di Stato'

Che di buon senso fosse lasciar pure che i miliardari si godano le loro accumulate ricchezze, ma paghino le tasse, e spendano, spendano, ma che precari e pensionati siano messi in condizione di fare una vita più che decente.

Il buon senso nel tenere in piedi uno pseudo governo di centro-SINISTRA turandosi il naso, proprio non lo vedo,

Vanno verso una Grande Coalizione? Facciano pure, forse quello sì è buon senso, dati i numeri.

Ma che intanto la Sinistra batta un colpo, FACCIA QUALCOSA DI SINISTRA: SI DIMETTA!

Pubblicato il 23/2/2007 alle 9.59 nella rubrica Psicologia e Guerra.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web