Blog: http://lapsus.ilcannocchiale.it

I giorni della merla (e dei merli !!!)

In questi giorni di appassionate e accalorate discussioni sui cambiamenti climatici epocali, quando perfino le previsioni del tempo giorno per giorno sono da tenere sotto osservazione con cura (a volte sembrano pilotate da soggiacenti desideri o interessi di parte, ma non sembra il caso di queste ultime ore: prevedevano freddo e il freddo, almeno qui al nord, arriva) ...

qualcuno si ricorda ancora dei Giorni della Merla? Che, guarda caso, sono proprio quelli più freddi dell'anno, e 'corrono' tra il 29 e il 31 di Gennaio... da qualche secolo... (e forse non è il caso di fare i pignoli, se non iniziano proprio il 29, e non finiscono proprio il 31 di Gennaio, pazienza, neh !)

ho verificato, eh, ad esempio qui, al Centro Geofisico Prealpino:

Secondo la tradizione popolare gli ultimi tre giorni di gennaio coincidono con i tre giorni più freddi dell’inverno. Tanto che perfino la Merla, che un tempo aveva il piumaggio bianco, per riscaldarsi andò a ripararsi in un camino.
Il suo manto divenne grigio per la fuliggine e da allora rimase di tale colore.

la gente ... aveva la sensazione che il “cuore” dell’inverno fosse il periodo più freddo...

E anche qui,
29 30 31 GENNAIO
i giorni della merla e la candelora retaggio del tempo che fu 

Vittoria Inverni 

Gli ultimi tre giorni di gennaio, 29-30-31, sono tradizionalmente considerati i giorni più freddi dell’inverno. Secondo la leggenda, sono chiamati della merla perché, per ripararsi dal gran freddo, una merla si rifugiò con i suoi merlottini in un comignolo, e ne emersero il primo febbraio tutti neri. E neri furono i merli da quel momento, perché prima erano bianchi. Ma perché sono i giorni più freddi dell’inverno? A prescindere che non tutti gli anni sono o saranno stati i più freddi, che siano tra i più gelidi deve avere un fondo di verità se ne è nata una leggenda, che ha sempre per protagonista un merlo. Gennaio aveva ventotto giorni ed era il mese più freddo dell’anno. Giunto al ventottesimo giorno, un merlo, rallegrato, gridò al cielo: “Più non ti curo Domine, che uscito son dal verno”. Gennaio vendicò la bestemmia facendosi prestare tre giorni da febbraio e rendendoli ancora più gelidi.


Pubblicato il 22/1/2007 alle 17.37 nella rubrica Serendipity.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web