.
Annunci online

 
lapsus 
lapsus psicologia e polis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  EMERGENZE
Blog Trotter Monitor
Jerushalayim
Ajeeb
Iraki News Agency
Ha'aretz
PRAVDA forum
World Press Photo
English Dar Alhayat
Uri Avnery's News Pages
Paix Maintenant
Peace Now
Peace Now Israel
Palestine Chronicle
Shalom.it
Nonviolenti.org
Sigmund Freud e Albert Einstein
COPING WITH TERRORISM
The Phenomenology of Trauma and the Absolutisms of Everyday Life
Federal Emergency Management Agency
alzataconpugno
straripando
babi119
esperimento
barnaba
ricordiamocene
miele98
CounterPunch
olifante
stilgar
mises
controcorrente
marioadinolfi
maquiavel
arsenico
calimero
oiraid
nanamalefika
liberopensiero
celeste
notimenospace
shockandawe
sannita
prospettiva_cdv
titollo
panther
cassandra
leguerrecivili
bartleby
mipassaperlatesta.
più che puoi
napoorsocapo
yadoge
  cerca



 

Diario | Psicologia e Guerra | Altrove | Chi è chi | Politichese | Intrighi | Serendipity | Europa | Sviluppo (in)sostenibile | Biotecnologie |
 
Politichese
1visite.

2 febbraio 2007

Un conto

è studiare insieme al Dipartimento di Stato una soluzione che riduca l'impatto ambientale della base vicentina, tutt'altro conto è dare spazio a chi urla "Yankee go home", rispolverando l'armamentario ideologico di un anti-americanismo pietrificato dagli anni '70. Un conto è adoperarsi per rafforzare la presenza civile e per rilanciare l'iniziativa diplomatica in Afghanistan, tutt'altro conto è pretendere il ritiro completo delle nostre truppe, rinnegando l'ancoraggio storico del nostro Paese ai principi del diritto internazionale garantiti dalle Nazioni Unite.

Lo scrive Massimo Giannini, in

Maggioranza ipotetica in politica estera

(Repubblica.it)

Sostanzialmente, concordo.




permalink | inviato da il 2/2/2007 alle 9:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio        aprile