.
Annunci online

 
lapsus 
lapsus psicologia e polis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  EMERGENZE
Blog Trotter Monitor
Jerushalayim
Ajeeb
Iraki News Agency
Ha'aretz
PRAVDA forum
World Press Photo
English Dar Alhayat
Uri Avnery's News Pages
Paix Maintenant
Peace Now
Peace Now Israel
Palestine Chronicle
Shalom.it
Nonviolenti.org
Sigmund Freud e Albert Einstein
COPING WITH TERRORISM
The Phenomenology of Trauma and the Absolutisms of Everyday Life
Federal Emergency Management Agency
alzataconpugno
straripando
babi119
esperimento
barnaba
ricordiamocene
miele98
CounterPunch
olifante
stilgar
mises
controcorrente
marioadinolfi
maquiavel
arsenico
calimero
oiraid
nanamalefika
liberopensiero
celeste
notimenospace
shockandawe
sannita
prospettiva_cdv
titollo
panther
cassandra
leguerrecivili
bartleby
mipassaperlatesta.
più che puoi
napoorsocapo
yadoge
  cerca



 

Diario | Psicologia e Guerra | Altrove | Chi è chi | Politichese | Intrighi | Serendipity | Europa | Sviluppo (in)sostenibile | Biotecnologie |
 
Intrighi
1visite.

25 gennaio 2007

Vitalizio Kz. Tagliato.

Tagliato l'assegno sociale di 450 euro al mese ai 150 sopravvissuti
che già percepiscono il vitalizio
Si chiama vitalizio Kz. Quelle due lettere stanno per
Konzentrationslager, i campi di concentramento dove durante la
Seconda guerra mondiale furono deportati 42 mila italiani, 33 mila i
prigionieri politici, 8.900 gli ebrei. Quel vitalizio Kz, 500 euro
circa al mese, è il risarcimento che con una legge del 1980 gli ex
deportati sono riusciti a ottenere dallo Stato: «Provvidenze a favore
di superstiti o loro familiari deportati in campo di sterminio
nazisti». Sottoponendosi a pesanti odissee burocratiche, perché
dimostrare che si è stati in luoghi come Auschwitz, Birkenau, Dachau,
trovare i documenti della Croce rossa o due testimoni viventi che
sono stati nello stesso lager non è stato facile.

E adesso lo stesso Stato che per mano del ministero del Tesoro
risarcisce con l'indennizzo ha deciso di togliere con l'altra,
attraverso l'Inps: equiparando il vitalizio a una pensione di guerra,
e quindi a un reddito, non eroga più la pensione sociale a chi lo
percepisce. «È moralmente molto grave che si trasformi il
risarcimento in un reddito, significa annullarlo» accusa Aldo Pavia,
presidente dell'Associazione nazionale ex deportati...

di Antonella Piperno su
http://www.panorama.it/italia/cronaca/articolo/ix1-A020001039788

presentato da http://italiasvegliati.ilcannocchiale.it




permalink | inviato da il 25/1/2007 alle 10:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile        marzo