.
Annunci online

 
lapsus 
lapsus psicologia e polis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  EMERGENZE
Blog Trotter Monitor
Jerushalayim
Ajeeb
Iraki News Agency
Ha'aretz
PRAVDA forum
World Press Photo
English Dar Alhayat
Uri Avnery's News Pages
Paix Maintenant
Peace Now
Peace Now Israel
Palestine Chronicle
Shalom.it
Nonviolenti.org
Sigmund Freud e Albert Einstein
COPING WITH TERRORISM
The Phenomenology of Trauma and the Absolutisms of Everyday Life
Federal Emergency Management Agency
alzataconpugno
straripando
babi119
esperimento
barnaba
ricordiamocene
miele98
CounterPunch
olifante
stilgar
mises
controcorrente
marioadinolfi
maquiavel
arsenico
calimero
oiraid
nanamalefika
liberopensiero
celeste
notimenospace
shockandawe
sannita
prospettiva_cdv
titollo
panther
cassandra
leguerrecivili
bartleby
mipassaperlatesta.
più che puoi
napoorsocapo
yadoge
  cerca



 

Diario | Psicologia e Guerra | Altrove | Chi è chi | Politichese | Intrighi | Serendipity | Europa | Sviluppo (in)sostenibile | Biotecnologie |
 
Diario
1visite.

12 agosto 2008

Assordante Silenzio, mentre inizia la Guerra Finale

L’8 agosto 2008, RAI2 che trasmetteva l’evento dell’inaugurazione dei Giochi Olimpici a Pechino, non ha ritenuto di mandare in onda non dico un notiziario speciale, ma neppure una striscia su quella che nel frattempo altri media definivano, tout court, come un invasione russa alla Georgia

La Guerra, quella Finale, che si sta concludendo (???) con uno scacco matto di Putin a Bush, doveva iniziare (e proseguire) nel più assoluto silenzio mediatico.

Nessuna voce pacifista, nessun politologo noto in grado di mettere insieme più di due parole di senso compiuto.

Silenzio sulla finale guerra, che, com’è giusto che sia nel Terzo Millennio, non puo’ essere che la Guerra del più totale e globale non senso

Brano di chat in Second Life

[14:07]  NP: ciao Lapsus … Franca Rame ha messo sul suo sito Olympic Wars
[14:09]  LW: ho visto, sì, grande!
[14:16]  LW: Condoleezza Rice … ha interrotto le vacanze per lanciare di persona davanti alle telecamere alla Casa Bianca un appello a Mosca perché fermi “veramente” e “subito” le operazioni militari.  La Rice è rientrata ieri sera nella capitale da una località non precisata dove era andata per un periodo di riposo l’ 8 agosto, il giorno dell’attacco della Russia alla Georgia, che secondo il politologo conservatore Robert Kagan “sarà ricordato dagli storici come un momento di svolta non meno significativo del crollo del muro di Berlino”.
[14:16]  LW: che tempismo!
[14:17]  LW: eppure qualcosa mi sfugge e mi inquieta
[14:18]  LW: in tutta questa storia c’è un gioco delle parti che non puo’ essere liquidato in modo semplicistico
[14:18]  LW: (non prendertela, ma il commento della stessa Rame, e di Giulietto Chiesa, su quel blog)
[14:20]  LW: in questa brutta storia, o inizio d’era, di semplice ci sono solo i morti ammazzati e i profughi
[14:20]  LW: da tutte le parti
[14:21]  LW: anzi, forse solo i morti
[14:21]  LW: perchè nemmeno alle vittime si puo’ dar troppo retta, ai loro (legittimi?) risentimenti
[14:22]  LW: per McCain è opportuno che gli Stati Uniti facciano sentire direttamente ai georgiani tutto il loro appoggio. “A nome di ogni americano ho parlato in queste ore con il presidente georgiano Saakashvili - ha affermato - Gli ho detto che qui in America siamo tutti georgiani”.
[14:23]  LW: come se all’epoca dell’assassinio non mi ricordo di quale nazista a Parigi, avessero detto ’siamo tutti nazisti’
[14:24]  LW: l’unica domanda che riesco ancora a pormi è: ma chi li ferma più questi pazzi criminali?
[14:25]  LW: pazzi, danno la ragione ’storica’ a Putin (Putin !!!)
[14:25]  LW: tanto che je frega? a chi interesserà più la Storia, dopo ?
[14:26]  NP: purtroppo nessuno Lapsus
[14:26]  NP: la gente è presa da altro
[14:26]  NP: consumare
[14:27]  NP: finchè ce n’è
[14:27]  LW: finchè ce n’è…
[14:28]  LW: LA7 ha dato ora Big One, di Michael Moore
[14:28]  LW: chissà in quanti l’hanno visto, e che ne cavano

12 luglio 2008

In Second Life aperto il BarCamp Italiano

E' aperto il BarCamp Italiano in Second Life

 Barcamp Italiano in Second Life

http://slurl.com/secondlife/Elegua/87/90/501


Tag: International network User generated conferences open participatory workshops events Content is provided by participants DemoCamp Esperimenti democratici crisi democrazia iniziative politiche dal basso partecipazione politica. Mimir

Il BarCamp Esperimenti democratici ha come obiettivo quello di affrontare il tema della crisi della democrazia, mettere a confronto esperimenti di iniziative politiche dal basso, proporre nuovi strumenti di partecipazione politica. Protagonisti dell'evento sono i blogger, gli attivisti, i movimenti, i comitati di cittadini e le organizzazioni civiche che vorranno usare il BarCamp per partecipare a un confronto sugli strumenti a disposizione dei cittadini per attivarsi sulle questioni di loro interesse, sulle pratiche partecipative e sulle riforme istituzionali necessarie per rinnovare la democrazia.

http://barcamp.org/demcamp

BarCamp e’ una nonconferenza, così come solitamente intendiamo per conferenza, che nasce dal desiderio delle persone di condividere e apprendere in un ambiente aperto e libero. Il BarCamp è una non-conferenza collaborativa, dove chiunque può “salire in cattedra”, proporre un argomento e parlarne agli altri, con lo scopo di favorire il libero pensiero, la curiosità, la divulgazione e la diffusione dei temi legati al Web. Una non conferenza (unconference) quindi una riunione il cui tema di discussione è deciso dai partecipanti piuttosto che prestabilito in anticipo dagli organizzatori, una riunione aperta i cui contenuti vengono proposti dai partecipanti stessi.

http://it.wikipedia.org/wiki/

BarCamp
BarCamp is an ad-hoc gathering born from the desire for people to share and learn in an open environment. It is an intense event with discussions, demos and interaction from participants.

http://barcamp.org/

BarCamps are organized largely through the web, harnessing what might be called a Web 2.0 communications toolkit. Anyone can initiate a BarCamp, using the BarCamp wiki. The procedural framework consists of sessions proposed and scheduled each day by attendees, mostly on-site, typically using white boards or paper taped to the wall. This has been dubbed, with another play on words, The Open Grid approach. While loosely structured, there are rules at BarCamp. All attendees are encouraged to present or facilitate a session. Everyone is also asked to share information and experiences of the event, both live and after the fact, via public web channels including (but not limited to) blogging, photo sharing, social bookmarking, wiki-ing, and IRC. This open encouragement to share everything about the event is in deliberate contrast to the "off the record by default" and "no recordings" rules at many private invite-only participant driven conferences.

http://en.wikipedia.org/wiki/BarCamp

sfoglia
luglio        settembre