.
Annunci online

 
lapsus 
lapsus psicologia e polis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  EMERGENZE
Blog Trotter Monitor
Jerushalayim
Ajeeb
Iraki News Agency
Ha'aretz
PRAVDA forum
World Press Photo
English Dar Alhayat
Uri Avnery's News Pages
Paix Maintenant
Peace Now
Peace Now Israel
Palestine Chronicle
Shalom.it
Nonviolenti.org
Sigmund Freud e Albert Einstein
COPING WITH TERRORISM
The Phenomenology of Trauma and the Absolutisms of Everyday Life
Federal Emergency Management Agency
alzataconpugno
straripando
babi119
esperimento
barnaba
ricordiamocene
miele98
CounterPunch
olifante
stilgar
mises
controcorrente
marioadinolfi
maquiavel
arsenico
calimero
oiraid
nanamalefika
liberopensiero
celeste
notimenospace
shockandawe
sannita
prospettiva_cdv
titollo
panther
cassandra
leguerrecivili
bartleby
mipassaperlatesta.
più che puoi
napoorsocapo
yadoge
  cerca



 

Diario | Psicologia e Guerra | Altrove | Chi è chi | Politichese | Intrighi | Serendipity | Europa | Sviluppo (in)sostenibile | Biotecnologie |
 
Diario
1visite.

29 novembre 2010

Tra arte e … macerie, anche in Second Life 2Lei, Giornata mondiale contro la Violenza sulle Donne

“Pensiamo che il più grande degrado del nostro tempo sia la solitudine e che allora investire in cultura significa combattere quel degrado che in qualche modo intenerisce e impigrisce il cuore e i sogni di una realtà”
(Matteo Renzi, http://www.avisoaperto.it/?p=7623 )

Omaggio a Florens 2010 | Homage to Florence


Tra Arte e... Macerie...

Tra Arte e... Macerie...

Tra Arte e... Macerie...

Tra Arte e... Macerie...

Tra Arte e… Macerie…

SIAMO QUA E VOGLIAMO VIVERE E LAVORARE ALLA LUCE DEL SOLE!
SABATO 20 NOVEMBRE ALLE ORE 15.00
partenza dal presidio sotto la torre di via Imbonati (altezza civ 49)
http://immigratimilano.blogspot.com/2010/11/siamo-qua-e-vogliamo-vivere-e-lavorare.html

Domenica 21 dalle ore 15:00, si svolgerà in piazza Italia a Perugia un presidio con l’obiettivo di rivendicare più diritti non solo per i migranti ma per tutti.

http://www.globalproject.info/it/community/Diritti-per-tutt/6449

anche in Second Life, http://maps.secondlife.com/secondlife/Rodasia/153/217/23

L’editoriale di Michele SANTORO: MACERIE – Annozero – 18/11/2010

2Lei - Giornata mondiale contro la Violenza sulle Donne in Second Life

2Lei - Giornata mondiale contro la Violenza sulle Donne in Second Life

Giovedì 25 Novembre 2010
ore 22.00 (1.00 pm sl)
Tanalois
http://slurl.com/secondlife/Needful%20Things/29/93/402

2Lei è un progetto in collaborazione tra 2LifePhotos, Arte Libera, Merkaba Arts, PAD, SL Art, Tanalois, SaliMar, WDT Planet, CSW Island, The Knot , gruppi di Second Life, per la sensibilizzazione e la divulgazione degli eventi legati alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

http://alicemastroianni.blogspot.com/2010/11/2lei-giornata-mondiale-contro-la.html

Il 25 novembre 2010 diversi artisti virtuali, galleristi e personaggi della cultura di SL sono stati chiamati a condividere nelle proprie land e gruppi di appartenenza il messaggio comune di solidarietà alla donna.

****************

2Lei La Passione delle donne
Un omaggio alla donna a 360 gradi che vuole essere allo stesso tempo un segno di solidarietà verso le donne violate, maltrattate, denigrate, soggiogate, odiate, temute, sfruttate… un modo per essere vicini a tutte quelle donne che in questo giorno non possono essere con noi a gridare il loro inno alla vita perché la loro passione non si è conclusa con una resurrezione..ma con la morte, la privazione… l’annientamento dell’essere. Un abbraccio a tutte quelle donne che con noi hanno camminato su questo mondo con passi da esseri umani tacciati di una differenza inesistente, di una particolarità scomoda, di una sensibilità inopportuna, di un entusiasmo pericoloso..di un essere donna da distruggere piuttosto che da amare.
Essere donna oggi è essere umana! Con i nostri corpi virtuali, la nostra coscienza globale e l’immortalità che ci contraddistingue in questo mondo perfetto vogliamo dedicare un giorno all’essere umano.
Nel giorno in cui il mondo reale si riunisce in questa denuncia senza confini, apriamo le porte del Metaverso per diffondere il nostro messaggio di solidarietà alle donne.
Questo messaggio vuole arrivare ai cuori degli esseri umani attraverso l’arte virtuale. Orgoglio di una società parallela in cui l’espressione creativa vanifica le distanze e si riunisce sotto un solo manifesto.
2Lei è l’esempio della collaborazione dei residenti di Second Life che a partire da un progetto italiano ha riunito per la stessa causa artisti e galleristi di tutto il mondo per dedicare anche nell’ambiente virtuale un giorno alla Passione delle donne.
Il 25 novembre 2010 vieni in Second Life ed abbraccia con noi tutte le donne del mondo!

SECOND LIFE: Pangea

Yashix00 | 11 settembre 2010

16 Days of Activism in SL Home

http://16daysactivismsl.wetpaint.com/This is a featured page

16 Days of Activism against Gender Violence in Second LifeThis wiki is the official site for news and information about events relating to the 16 Days of Activism against Gender Violence in Second Life. The 16 Days of Activism falls between 25 November and 10 December, 2010.

The 16 Days of Activism Against Gender Violence is an annual international campaign that dates from 1991, and originates from the Center for Women’s Global Leadership at Rutgers University, New Jersey. Beginning on November 25 of each year (the International Day against Violence against Women), events run world-wide through to December 10, International Human Rights Day, a choice made to highlight the link between gender violence and human rights. A number of other significant dates fall within this 16-day period, including International Women Human Rights Defenders Day (November 29), World AIDS Day (December 1), and the Anniversary of the Montreal Massacre (December 6).

Over the course of its nearly 20 years, 16 Days of Activism against Gender Violence has benefitted from the participation of over 2,000 organizations in 156 countries throughout the world. The theme for the 2010 campaign is “Structures of Violence: Defining the Intersections of Militarism and Violence Against Women.”

The 16 Days of Activism against Gender Violence in Second Life will parallel the “real world” event, and is fueled by the participation of over a dozen activist SL groups, and many dozens of individuals. It will feature panel discussions, workshops, presentations, art exhibits, poetry readings, and live music.

For more information, or to volunteer your services, please contact: 16daysactivismsl@gmail.com

C I T T A’ I D E A L E P R E S E N T A
I N Q U I S I Z I O N E D O N N E/S T R E G H E

CItta' Ideale, Inquisizione Donne Streghe

CItta' Ideale, Inquisizione Donne Streghe

In questi incontri andremo alla ricerca di alcune notizie/nozioni per dimostrare come è potuto accadere che nell’arco di alcune centinaia di anni la figura della Donna sia transitata dall’essere Fonte di Adorazione e dedizione all’essere Violata, Torturata ed in fine Arsa Viva per Eresia sino ad arrivare ai nostri giorni dove noi tutti assistiamo alle violenze quotidiane a danno delle Donne e per mano di Uomini.
Per raggiungere il fine che ci siamo prefissati sarà inevitabile e comunque ovviamente necessario un percorso storiografico per meglio inquadrare il contesto Storico/Sociale di riferimento.

Gli incontri avranno cadenza quindicinale a partire da:

MARTEDI 23 NOVEMBRE ore 22,00

http://slurl.com/secondlife/Ideal%20City/40/196/26

I N Q U I S I T I O N W O M E N/W I N T C H E S

This cycle of meeting continues somehow the talks Femminio tra sacro e profano (Femenine, between sacred and profane). In it, we will look at information/facts showing how, in some hundreds of years, the woman went from being worshipped and object of devotion to be violated, tortured and finally burned alive with the accusation of heresy. Starting from the past, we will arrive to the present, when we witness every day the violence of men against women.
To achieve our purpose, we will try to have a better historical and social picture examining historical facts.

The talks, supported by slides, will be in voice (in Italian).
We will meet every other Tuesday at 2.00 pm Stt, starting on the 23th of November.

http://slurl.com/secondlife/Ideal%20City/40/196/26

12 agosto 2008

Assordante Silenzio, mentre inizia la Guerra Finale

L’8 agosto 2008, RAI2 che trasmetteva l’evento dell’inaugurazione dei Giochi Olimpici a Pechino, non ha ritenuto di mandare in onda non dico un notiziario speciale, ma neppure una striscia su quella che nel frattempo altri media definivano, tout court, come un invasione russa alla Georgia

La Guerra, quella Finale, che si sta concludendo (???) con uno scacco matto di Putin a Bush, doveva iniziare (e proseguire) nel più assoluto silenzio mediatico.

Nessuna voce pacifista, nessun politologo noto in grado di mettere insieme più di due parole di senso compiuto.

Silenzio sulla finale guerra, che, com’è giusto che sia nel Terzo Millennio, non puo’ essere che la Guerra del più totale e globale non senso

Brano di chat in Second Life

[14:07]  NP: ciao Lapsus … Franca Rame ha messo sul suo sito Olympic Wars
[14:09]  LW: ho visto, sì, grande!
[14:16]  LW: Condoleezza Rice … ha interrotto le vacanze per lanciare di persona davanti alle telecamere alla Casa Bianca un appello a Mosca perché fermi “veramente” e “subito” le operazioni militari.  La Rice è rientrata ieri sera nella capitale da una località non precisata dove era andata per un periodo di riposo l’ 8 agosto, il giorno dell’attacco della Russia alla Georgia, che secondo il politologo conservatore Robert Kagan “sarà ricordato dagli storici come un momento di svolta non meno significativo del crollo del muro di Berlino”.
[14:16]  LW: che tempismo!
[14:17]  LW: eppure qualcosa mi sfugge e mi inquieta
[14:18]  LW: in tutta questa storia c’è un gioco delle parti che non puo’ essere liquidato in modo semplicistico
[14:18]  LW: (non prendertela, ma il commento della stessa Rame, e di Giulietto Chiesa, su quel blog)
[14:20]  LW: in questa brutta storia, o inizio d’era, di semplice ci sono solo i morti ammazzati e i profughi
[14:20]  LW: da tutte le parti
[14:21]  LW: anzi, forse solo i morti
[14:21]  LW: perchè nemmeno alle vittime si puo’ dar troppo retta, ai loro (legittimi?) risentimenti
[14:22]  LW: per McCain è opportuno che gli Stati Uniti facciano sentire direttamente ai georgiani tutto il loro appoggio. “A nome di ogni americano ho parlato in queste ore con il presidente georgiano Saakashvili - ha affermato - Gli ho detto che qui in America siamo tutti georgiani”.
[14:23]  LW: come se all’epoca dell’assassinio non mi ricordo di quale nazista a Parigi, avessero detto ’siamo tutti nazisti’
[14:24]  LW: l’unica domanda che riesco ancora a pormi è: ma chi li ferma più questi pazzi criminali?
[14:25]  LW: pazzi, danno la ragione ’storica’ a Putin (Putin !!!)
[14:25]  LW: tanto che je frega? a chi interesserà più la Storia, dopo ?
[14:26]  NP: purtroppo nessuno Lapsus
[14:26]  NP: la gente è presa da altro
[14:26]  NP: consumare
[14:27]  NP: finchè ce n’è
[14:27]  LW: finchè ce n’è…
[14:28]  LW: LA7 ha dato ora Big One, di Michael Moore
[14:28]  LW: chissà in quanti l’hanno visto, e che ne cavano

12 luglio 2008

In Second Life aperto il BarCamp Italiano

E' aperto il BarCamp Italiano in Second Life

 Barcamp Italiano in Second Life

http://slurl.com/secondlife/Elegua/87/90/501


Tag: International network User generated conferences open participatory workshops events Content is provided by participants DemoCamp Esperimenti democratici crisi democrazia iniziative politiche dal basso partecipazione politica. Mimir

Il BarCamp Esperimenti democratici ha come obiettivo quello di affrontare il tema della crisi della democrazia, mettere a confronto esperimenti di iniziative politiche dal basso, proporre nuovi strumenti di partecipazione politica. Protagonisti dell'evento sono i blogger, gli attivisti, i movimenti, i comitati di cittadini e le organizzazioni civiche che vorranno usare il BarCamp per partecipare a un confronto sugli strumenti a disposizione dei cittadini per attivarsi sulle questioni di loro interesse, sulle pratiche partecipative e sulle riforme istituzionali necessarie per rinnovare la democrazia.

http://barcamp.org/demcamp

BarCamp e’ una nonconferenza, così come solitamente intendiamo per conferenza, che nasce dal desiderio delle persone di condividere e apprendere in un ambiente aperto e libero. Il BarCamp è una non-conferenza collaborativa, dove chiunque può “salire in cattedra”, proporre un argomento e parlarne agli altri, con lo scopo di favorire il libero pensiero, la curiosità, la divulgazione e la diffusione dei temi legati al Web. Una non conferenza (unconference) quindi una riunione il cui tema di discussione è deciso dai partecipanti piuttosto che prestabilito in anticipo dagli organizzatori, una riunione aperta i cui contenuti vengono proposti dai partecipanti stessi.

http://it.wikipedia.org/wiki/

BarCamp
BarCamp is an ad-hoc gathering born from the desire for people to share and learn in an open environment. It is an intense event with discussions, demos and interaction from participants.

http://barcamp.org/

BarCamps are organized largely through the web, harnessing what might be called a Web 2.0 communications toolkit. Anyone can initiate a BarCamp, using the BarCamp wiki. The procedural framework consists of sessions proposed and scheduled each day by attendees, mostly on-site, typically using white boards or paper taped to the wall. This has been dubbed, with another play on words, The Open Grid approach. While loosely structured, there are rules at BarCamp. All attendees are encouraged to present or facilitate a session. Everyone is also asked to share information and experiences of the event, both live and after the fact, via public web channels including (but not limited to) blogging, photo sharing, social bookmarking, wiki-ing, and IRC. This open encouragement to share everything about the event is in deliberate contrast to the "off the record by default" and "no recordings" rules at many private invite-only participant driven conferences.

http://en.wikipedia.org/wiki/BarCamp

22 luglio 2007

Second Life. A cosa potrebbe servire, oltre che per il puro business?

(dal Forum di Ricerca sull’Auto Reciproco Aiuto, Elearning & Self Help)

Mimir Springs SL

A me sembra ovvio, soprattutto dopo le esperienze delle ultime settimane, che un sistema di ‘mondi virtuali’ come Second Life possa ’servire’, eccome.

Penso alla facilità con cui scolaresche di un qualunque Paese (e paese, o città di questa Terra) possono ‘viaggiare’ e incontrarsi con altre scolaresche, scambiando parole in lingue diverse (adesso anche ‘a voce’) e oggetti vari ‘confezionati’ secondo il gusto e la tradizione di ciascuno.

O intere équipes mediche possono traferirsi a praticare un training in altri ospedali o strutture di ricerca (qui, nel campo biologico , chimico, medico, Internet e anche Second Life danno il meglio di sè, ovvero ciò che nel mondo reale sarebbe impossibile da realizzare e visualizzare).

Nel campo del disagio psichico e del cosiddetto ‘auto aiuto’, Second Life consente l’immediato confronto e incontro con gruppi che altrove operano in questo campo, magari anche dietro casa Wink

Second Life NON è ’solo’ un gioco, è quella benedetta ‘interazione’ di cui si parla dagli albori della rete, messa in pratica integrando sistemi di comunicazione diversi: niente impedisce di pensare che tra poco si potrà entrare in Second Life via web, col solito browser (Firefox, Opera, IE, Konqueror) senza dover scaricare altro, o che viceversa, una volta installato SL, da esso (e all’interno dei suoi mondi) si abbia immediato accesso al web.

EPPURE

il binomio Second Life (o altri, ad esso affini solo apparentemente, come There o Entropia o Active Worlds) è sempre più spesso, e univocamente associato, sui media di tutto il mondo, alla parola BUSINESS.

Il BUSINESS è diventato il termine di paragone di tutto, il criterio di VERITA’, la TAVOLA dei VALORI, il contrassegno della VALIDITA’ di qualunque cosa, e mentre ‘prima’ veniva posto in secondo piano, quasi vergognoso di apparire, oggi è sbattuto in faccia a chiunque si accosti ad un qualunque PROGETTO.

Ora, se è chiaro che tutti a questo mondo cerchiamo di ‘campare’, e di trarre ‘profitto’ da quel che facciamo, progettiamo, costruiamo, realizziamo… è anche chiaro che qualunque cosa, anche un SERVIZIO offerto in rete (ad esempio di ‘auto mutuo aiuto’ Wink ) si deve poter mantenere, e mantenere il SISTEMA DI SERVIZI che gli consente di ‘vivere’ (ad esempio il software, possibilmente Open Source, ed il KNOW HOW, di Second Life, o di Google).

Niente di strano che dunque a GUADAGNARE QUATTRINI (MONEY MONEY MONEY) siano in tanti, e che sia anche giusto che chi partecipa, come operatore di un servizio e o come utente, contribuisca con qualcosa di suo, e se è possibile guadagni qualcosa a sua volta, nel caso dell’auto reciproco aiuto qualcosa in più della semplice ‘pacca sulla spalla’, per di più ahimè solo virtuale. Ma, io resto convinto, da umano del ‘900, che la RICCHEZZA sia un BENE quando contribuisce al BENE di tutti, o almeno di MOLTI.Invece, questa OSSESSIONE PER IL PURO BUSINESS, finisce per nuocere, neanche tanto paradossalmente, innanzitutto al BUSINESS stesso!Non è strano che iniziative come quella di Google o di Second Life vengano date in CALO o in ASCESA come pure e semplici oscillazioni e speculazioni di BORSA.

Ma IL MESSAGGIO che insistentemente arriva su questi schermi è DESOLANTE, è il messaggio che TANTO FINISCE TUTTO LI’, OVVERO (FREUDIANAMENTE) IN MERDA.

Io credo che si debba insistere a GUARDARE OLTRE E ATTRAVERSO questo tipo di ossessioni affaristiche (che in Italia poi fanno tutt’uno con la ‘politica’).

E per questo invito chi legge qua a partecipare, a dire la sua, a scrivere le proprie esperienze ed i propri sogni.

Buona domenica a tutti!

  • Centro Mimir su Second Life (Menhirs, Les Gaulois)
    http://slurl.com/secondlife/les%20mehnirs/232/120
  • Centro Mimir su Second Life (Elearning & Self Help, Art Gallery)
    http://slurl.com/secondlife/Blackmount/24/240
  • 8 luglio 2007

    Second Life. O è Arte e Sogno, o Non E'

    Non è uno scherzo! Per una settimana mi sono fatto una scorpacciata di 3D e di Second Life, spendendo anche qualche soldino, ma tutto sommato quanto avrei speso per due tre volte al cinema.

    Tra le cose interessanti e utili, forse quella migliore è RadiusIM

    http://www.radiusim.com/

    che consente di farsi trovare in rete nell'esatta ubicazione in cui ci si trova, con tanto di mappa zoomabile fino alla via e al numero civico, e utilizzabile con i messenger più comuni: MSN, Yahoo, ICQ, Google Talk ...

    Altre cose sono in via di miglioramento, e tra queste Active Worlds, che però resta ad un gradino più in basso di Second Life, a mio parere, per l'usabilità e per il complesso di funzioni racchiuse in Second Life, che funziona anche su Mac e su Linux, che utilizza Firefox come browser, che non richiede alcun pagamento di 'account' per essere usato ed esplorato.

    Dunque qui si è concentrata la mia attenzione, anche perchè 7 milioni di esseri umani che l'hanno almeno scaricato e usato una volta non sono cosa da nulla.

    Cosa c'è sotto?

    Sotto c'è moltissima tecnologia e fantasia, un esercito di bravissimi tecnici, dove per tecnici si deve intendere informatici, grafici, tecnici dei suoni ecc. ecc.

    Second Life è insomma la summa attuale dello stato dell'arte per quanto riguarda l'uso globale della rete, per comunicare e per 'creare'.

    E qui sta un primo quesito:

    è meglio ri-creare un mondo reale simulandolo, oppure è meglio inventare di sana pianta tutto, da chi si vuol essere in rete all'ambientazione spazio temporale che si predilige?

    Chi già immagina una fusione di Second Life con Google Earth si tiene sulla prima posizione: il 'virtuale' non è altro che la rappresentazione e simulazione del reale in un contesto accessibile globalmente da tutti e simultaneamente: siamo noi stessi, il nostro avatar è il nostro 'doppio' che ci consente di incontrare e agire moltiplicando in modo esponenziale il potenziale comunicativo e creativo di ciascuno.

    Ma, la virtualizzazione del reale si scontra con la SICUREZZA e con la PRIVACY (sempre che sia valida l'illusione che ciascuno di noi ne possieda legittimamente ancora una)

    E dunque la Seconda Vita deve dare la sensazione che si è diversi, nuovi, in un contesto 'virtuale' nel senso di 'immaginario', fantastico, o per lo meno distorto rispetto al reale: chi ha tempo e voglia si vada a vedere le riproduzioni di Venezia in Second Life. E' Venezia, e non lo è, ovviamente.

    Personalmente, dal momento che ho il massimo rispetto per chi lavora dietro le quinte di 'ambienti' come Second Life, prediligo il 'tutto o quasi tutto fantastico', immaginario, onirico.

    Quel rispetto mi porta a pensare che non si tratti affatto di un semplice giochino per 'bambini scemi', o per cyberdipendenti. Lì dentro c'è il nostro futuro, c'è la fondazione caotica di una mitologia.

    Anche l'aspetto economico, l'insistenza sulle transazioni commerciali, in Second Life, non mi scandalizza: anzi, lo trovo più 'trasparente' di quanto spesso accade a chi si avventura ad acquistare qualunque cosa in rete, da uno spazio web, ad un qualsiasi 'tool' per arricchirlo, a interi sistemi complessi di gestione e comunicazione. Anche dove 'tutto è gratis' si nascondono infinite trappole.

    Anche in Second Life, ovviamente, ma almeno se ne è avvertiti sin dall'inizio, e se si è 'accorti' si evita di buttare via i propri soldi.

    E c'è pure un aspetto educativo in questo, nell'Economia e nelle Economie di Second Life nel suo insieme e delle Isole di cui è composto quell'universo virtuale,

    Si puo' imparare molto, anche in funzione dell'Economia reale e globale. E capire un po' meglio anche cosa puo' essere o diventare la Politica, prossimamente su questa Terra.

    Detto questo, io mi ritengo fortunato per aver subito incontrato un gruppo di persone, al sito http://lesgaulois.sl.free.fr/ che hanno 'pensato' la loro Isola su SL, Menhir, in termini fantastici e onirici, come piace a me.

    Perchè vagando qua e là per SC, anche sul citato sito di D'Alema e di Italiani Europei, prevale un senso di enorme spaesamento e disorientamento, una gran confusione, il continuo sovrapporsi alla 'creatività' del puro 'business', molto spesso alquanto povero di idee, ottuso e per menti ottuse, molto inclini a seguire ogni moda di passaggio ed il guru di turno, pur di 'esserci', e non certo in senso heideggeriano, ma in modo assolutamente INAUTENTICO.

    Vedremo come tutto questo si svilupperà, se quest'ennesima possibilità, opportunità, chance, per aprire le menti al sogno (e alla memoria, chè il 'futuro' senza quella scompare) e dunque davvero creare dal caos attuale una mitologia fondante per questo millennio riusciremo ad acchiaparla 'al volo' e mettendoci il meglio di noi stessi, o se anche in questo caso ci dovremo ricredere, e tornare a toccare terra - materialmente - ritrovando il solido suolo ed il vero cielo ammantato di stelle sopra di noi Wink

    _________________
    "Ciò che mi preme è comprendere. Se altri comprendono - nello stesso senso in cui io ho compreso - allora provo un senso di appagamento, come quando ci si sente a casa in un luogo" (Hannah Arendt)
    _________________


    7 luglio 2007

    Una seconda vita per Massimo D'Alema SL e per Italianieuropei


    (E il Corriere della Sera commenta, a meeting avvenuto:



    «D'Alema dì qualcosa di virtuale!». Marco Bacci, 06 luglio 2007)

    L'inaugurazione si svolgerà nella giornata di venerdì 6 Luglio alle ore 18 sull'isola di Italianieuropei dove per l'occasione verrà proiettata in differita la conferenza "Brasile e Europa: frontiere del futuro", che si tiene oggi alle 16 a Bruxelles e alla quale partecipano, tra gli altri, il ministro degli Esteri Massimo D'Alema ed il presidente brasiliano Lula.

    Una volta arrivati sull'isola di Italianieuropei sarà possibile assistere alla proiezione nell'auditorium facilmente raggiungibile dalla piazza centrale. Inoltre si potranno visitare gli edifici e le sale in cui si illustrano le attività della Fondazione.

    Questo è l'indirizzo per arrivare direttamente sull'isola di Italianieuropei. Altrimenti l'isola è raggiungibile alle coordinate: Italianieuropei 50, 146, 24, oppure inserendo il nome "Italianieuropei" nella barra di ricerca di Second Life.

    Per ulteriori informazioni e assistenza tecnica potete scrivere a questo indirizzo email. Se siete già resistrati su Second Life, per informazioni e assistenza potete mandare un IM a Mae Jun.

    http://www.italianieuropei.it/forum...

    Massimo D'Alema si rifà una Second Life sulla rete
    Alessia Grossi

    L'Unità, 06.07.07

    L'isola di Italianieuropei su Second Life - 6 luglio 2007 Italianieuropei conquista la sua seconda vita. O meglio una SecondLife, perché anche la Fondazione di cultura politica presieduta da Massimo D'Alema apre la propria isola in questo mondo virtuale ma così presente da essere diventato quasi un luogo vero. Primo evento politico reale-virtuale sarà la proiezione, in differita rispetto alla prima vita, della conferenza «Brasile ed Europa: frontiere del futuro». D'Alema e Lula - nella prima vita rispettivamente ministro degli Esteri italiano e presidente del Brasile - verranno presentati alle 18 di oggi ora reale sullo schermo dell'Auditorium di Italianieuropei su SecondLife. Un appuntamento, questo, da non perdere: avere una "seconda vita" virtuale oggi è quasi un obbligo per chi vuol stare attaccato alla realtà. Pare un paradosso, ma è proprio così. Il mondo parallelo che non esiste è stato costruito in modo da essere così pervasivo e onnipresente da avere oggi più di sette milioni di abitanti. Dal fotografo al venditore di tappeti, dallo psicanalista alla studentessa, dagli uffici di molti comuni scandinavi fino ai politici. Le coordinate per il passaggio dalla prima alla seconda vita, avvertono sul sito della Fondazione Italianieuropei (http://slurl.com/secondlife/Italianieuropei/128/128/0), sono 57, 50, 23 (oppure, più semplicemente, "italianieuropei"). Che siate un avatar, cioè una persona virtualmente costruita, oppure un banale visitatore reale, seguendo queste stelle arriverete alla piazza centrale. Da lì, l'Auditorium dove la vostra realtà si scontra con la virtualità di D'Alema, è facilmente raggiungibile. Certo, per chi accedesse alla piazza prima dell'inaugurazione, la sensazione sarebbe quella di trovarsi su Marte con l'unica sorpresa di appurare che prima del suo arrivo qualcuno ha costruito già un mondo perfetto nel quale non manca niente, neanche edifici da visitare come in una qualunque meta turistica. Ma questa è un po' la sensazione che si ha entrando in SecondLife e a qualunque isola si acceda. Italianieuropei non fa eccezione. Ma aggirandosi fra i luoghi ricostruiti ad arte si scopre che se la fontana manda acqua, il giardino è davvero all'italiana, nel laghetto cadono le foglie anche se qui siamo a luglio mentre su SecondLife la stagione la decidiamo noi, il tramonto sul pontile illumina un albero, forse una nostra quercia. E l'Auditorium da cui sarà possibile assistere alla conferenza di D'Alema e Lula è sì a cielo aperto, ma non è prevista pioggia né oggi, né mai. La sensazione di spaesamento, dunque, non la dà tanto questo sentire che tutto è costruito intorno a noi, persino il bel tempo. In fondo anche Cristoforo Colombo pensò che le famose Indie fossero lì per lui. La piacevole sorpresa sarà piuttosto quella di essere accolti dall'avatar di D'Alema in persona, si fa per dire. Ma il distacco dalla prima alla seconda vita non sarà mai definitivo, avvertono dalla Fondazione. Dall'attimo dopo la fine dell'inaugurazione, infatti, sull'isola saranno molte le attività, virtuali, nelle quali i pionieri riformisti potranno intrattenersi: dalla lettura delle riviste della Fondazione, alla partecipazione ai suoi seminari (reali e virtuali). E persino un faccia a faccia con l'avatar di turno che vi accoglierà negli orari d'ufficio. Intanto si comincia con il primo filmato: "Brasile Europa: frontiere del futuro" presentano D'Alema e Lula. L'appuntamento è su Second Life, Auditorium Italianieurpei o se preferite l'indirizzo internettiano è 57, 50, 23
    Pubblicato il: 06.07.07


    sfoglia
    luglio        gennaio