.
Annunci online

 
lapsus 
lapsus psicologia e polis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  EMERGENZE
Blog Trotter Monitor
Jerushalayim
Ajeeb
Iraki News Agency
Ha'aretz
PRAVDA forum
World Press Photo
English Dar Alhayat
Uri Avnery's News Pages
Paix Maintenant
Peace Now
Peace Now Israel
Palestine Chronicle
Shalom.it
Nonviolenti.org
Sigmund Freud e Albert Einstein
COPING WITH TERRORISM
The Phenomenology of Trauma and the Absolutisms of Everyday Life
Federal Emergency Management Agency
alzataconpugno
straripando
babi119
esperimento
barnaba
ricordiamocene
miele98
CounterPunch
olifante
stilgar
mises
controcorrente
marioadinolfi
maquiavel
arsenico
calimero
oiraid
nanamalefika
liberopensiero
celeste
notimenospace
shockandawe
sannita
prospettiva_cdv
titollo
panther
cassandra
leguerrecivili
bartleby
mipassaperlatesta.
più che puoi
napoorsocapo
yadoge
  cerca



 

Diario | Psicologia e Guerra | Altrove | Chi è chi | Politichese | Intrighi | Serendipity | Europa | Sviluppo (in)sostenibile | Biotecnologie |
 
Diario
1visite.

25 aprile 2007

Shoah, Resistenza, Liberazione

Siamo la Repubblica nata dalla Resistenza, ogni anno viene ricordata la Shoah, e queste due Memorie sembrerebbero condivise da tutti gli Italiani: condivise e connesse, se è vero che la Liberazione determinò, col sostegno della Resistenza, la fine del nazismo e del fascismo, responsabili dello sterminio di milioni di ebrei, zingari, omosessuali, disabili, comunisti...

Ma:

1. Letizia Moratti

Lo spiacevole episodio del 25 aprile 2006

Il 25 aprile 2006, alla manifestazione in ricordo della Liberazione dal nazifascismo a Milano, la Moratti, che spingeva la sedia a rotelle del padre Paolo Brichetto, ex deportato al campo di concentramento di Dachau e militante della Resistenza, è stata duramente contestata con fischi e insulti da alcuni giovani di sinistra, prevalentemente legati ai centri sociali.


http://it.wikipedia.org/wiki/Letizia_Moratti

2. Dopo di lei ha preso la parola sul palco il presidente della Camera Fausto Bertinotti che si è schierato contro i fischi. "Non c'e' nulla da fischiare durante il 25 aprile perchè in questa data è stata conquistata la democrazia ed il modo migliore per farla vivere è il rispetto di tutti'' ha detto. 25 aprile come "luogo dell'accoglienza" per cui "avere qui su questo palco il sindaco di Milano è una vittoria della democrazia".

http://www.repubblica.it/2007/04/sezioni/politica/25-aprile/manifestazioni/manifestazioni.html

3. Ho letto bene: avere qui su questo palco il sindaco di Milano è una vittoria della democrazia .... ovvero sarebbe merito di Bertinotti se nell'anniversario della Liberazione la figlia di un ex deportato al campo di concentramento di Dachau e militante della Resistenza PUO' partecipare a testimoniarne la memoria?HuhHuhHuh?




permalink | inviato da il 25/4/2007 alle 22:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        maggio