.
Annunci online

 
lapsus 
lapsus psicologia e polis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  EMERGENZE
Blog Trotter Monitor
Jerushalayim
Ajeeb
Iraki News Agency
Ha'aretz
PRAVDA forum
World Press Photo
English Dar Alhayat
Uri Avnery's News Pages
Paix Maintenant
Peace Now
Peace Now Israel
Palestine Chronicle
Shalom.it
Nonviolenti.org
Sigmund Freud e Albert Einstein
COPING WITH TERRORISM
The Phenomenology of Trauma and the Absolutisms of Everyday Life
Federal Emergency Management Agency
alzataconpugno
straripando
babi119
esperimento
barnaba
ricordiamocene
miele98
CounterPunch
olifante
stilgar
mises
controcorrente
marioadinolfi
maquiavel
arsenico
calimero
oiraid
nanamalefika
liberopensiero
celeste
notimenospace
shockandawe
sannita
prospettiva_cdv
titollo
panther
cassandra
leguerrecivili
bartleby
mipassaperlatesta.
più che puoi
napoorsocapo
yadoge
  cerca



 

Diario | Psicologia e Guerra | Altrove | Chi è chi | Politichese | Intrighi | Serendipity | Europa | Sviluppo (in)sostenibile | Biotecnologie |
 
Diario
1visite.

1 aprile 2007

Dalla Grande Piazza, del Patibolo, al Canal Grande

Sette poliziotti uccisi in uno scontro a fuoco nella provincia di Kandahar
Helmand, talebani impiccano tre afgani accusati di essere spie dei britannici
Afghanistan, agguati e imboscate
quattro bambini uccisi da autobomba
Una delegazione della Croce Rossa ha visitato Rahmatullah Hanefi
Corteo di Emergency a Venezia per la liberazione dell'interprete e del mediatore


http://www.repubblica.it

Piccolo dettaglio: a chiedere la liberazione dell'interprete, e quella del mediatore, sono le STESSE persone?

A me non pare...

Corteo di barche a Venezia. Strada: «Vogliamo Hanefi»

http://www.unita.it


E su questa, come su molte altre stranezze e ambiguità di questa storia, nessuno pare intenzionato a raccontare a noi poveri pirla - ops cittadini con solo diritto di voto - un solo briciolo di verità....

Afghanistan, agguati e imboscate, quattro bambini uccisi da autobomba

KABUL - Ancora una giornata di sangue in Afghanistan dove una nuova ondata di attentati ha colpito diverse zone del Paese, provocando numerosi morti, tra cui alcuni bambini. Intanto la Farnesina ha fatto sapere che una delegazione della Croce Rossa ha potuto visitare il responsabile afgano dell'ospedale di Emergency Rahmatullah Hanefi.

La visita ad Hanefi, ha precisato la Farnesina, è avvenuta secondo rigorosi standard internazionali. Si tratta di un primo positivo riscontro, si osserva alla Farnesina, agli interventi effettuati dall'Ambasciata d'Italia a Kabul su istruzioni del governo italiano. Proseguono parallelamente le iniziative per ottenere elementi più diretti e certi sulle prospettive di liberazione di Hanefi.

Oggi a Venezia si è svolta una manifestazione a sostegno della liberazione di Hanefi e del giornalista Adjmal Nashkbandy, ancora ostaggio dei Talebani.

Una giornata di sangue
Quattro bimbi sono morti in seguito all'esplosione di un'autobomba che aveva per obiettivo un convoglio dell'esercito afgano, a circa 80 chilometri a est di Kabul. Lo ha detto la polizia, precisando che nell'attentato sono stati feriti anche tre soldati afghani e quattro civili. L'attacco è avvenuto nel villaggio di Ali Khalil, non lontano da una base americana, nella provincia di Laghman, ha detto Yar Mohammad Khan, capo della polizia locale. L'attentatore, alla guida dell'autobomba, è morto nell'esplosione.

Almeno sette poliziotti uccisi e quattro feriti è invece il bilancio di un'imboscata a opera di militanti talebani nella provincia meridionale di Kandahar. Lo ha annunciato la polizia precisando che l'attacco è avvenuto ieri nel distretto di Shobarak nel momento in cui gli agenti stavano andando a dare appoggio a compagni attaccati da combattenti dei talebani. Sempre secondo le stesse fonti lo scontro a fuoco che è seguito all'imboscata avrebbe fatto morti anche nelle file degli aggressori.

A Musa Qala, nella provincia meridionale di Helmand, tre afghani "riconosciuti colpevoli di spionaggio" al soldo del governo afghano e delle forze britanniche, sono stati impiccati in pubblico dai talebani. Lo ha detto un comandante della milizia integralista islamica, il mullah Nizam, riferendo che i tre sono stati "processati" e la loro esecuzione è avvenuta pubblicamente perché sia da "esempio". Un commerciante locale, Haji Mia Gul, ha raccontato che due sono stati impiccati ai due ingressi principali delle città, mentre il terzo è stato impiccato nel mercato centrale.

La manifestazione di Venezia
Intanto una manifestazione promossa da Emergency con una quarantina di imbarcazioni che hanno attraversato il Canal Grande si è svolta oggi a Venezia a sostegno della liberazione del giornalista Adjmal Nashkbandy e del responsabile afgano dell'ospedale di Emergency, Rahmatullah Hanefi. Due ritratti degli ostaggi sono stati esposti alle finestre della sede municipale di Cà Farsetti. Ieri un appello per la loro liberazione era stato lanciato dai network internazionali che hanno partecipato alla Vinc, la Venice international news conference, svoltasi in Palazzo Labia su iniziativa del Copeam (Conferenza Permanente dell'Audiovisivo Mediterraneo) e di Rai News 24.


(1 aprile 2007)




permalink | inviato da il 1/4/2007 alle 22:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        maggio