.
Annunci online

 
lapsus 
lapsus psicologia e polis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  EMERGENZE
Blog Trotter Monitor
Jerushalayim
Ajeeb
Iraki News Agency
Ha'aretz
PRAVDA forum
World Press Photo
English Dar Alhayat
Uri Avnery's News Pages
Paix Maintenant
Peace Now
Peace Now Israel
Palestine Chronicle
Shalom.it
Nonviolenti.org
Sigmund Freud e Albert Einstein
COPING WITH TERRORISM
The Phenomenology of Trauma and the Absolutisms of Everyday Life
Federal Emergency Management Agency
alzataconpugno
straripando
babi119
esperimento
barnaba
ricordiamocene
miele98
CounterPunch
olifante
stilgar
mises
controcorrente
marioadinolfi
maquiavel
arsenico
calimero
oiraid
nanamalefika
liberopensiero
celeste
notimenospace
shockandawe
sannita
prospettiva_cdv
titollo
panther
cassandra
leguerrecivili
bartleby
mipassaperlatesta.
più che puoi
napoorsocapo
yadoge
  cerca



 

Diario | Psicologia e Guerra | Altrove | Chi è chi | Politichese | Intrighi | Serendipity | Europa | Sviluppo (in)sostenibile | Biotecnologie |
 
Diario
1visite.

27 febbraio 2007

E se l'antiamericanismo fosse di destra?

Cresciuto in una famiglia di fascisti, non pentiti, ma nemmeno nostalgici, e in epoca immediatamente successiva alla fine della II GM, quando chi insegnava nelle scuole era nato durante il ventennio, continuo ad avere il sospetto che l'antiamericanismo viscerale degli Italiani, negli ultimi '50 anni, abbia poco a che fare con la Sinistra, ancor meno quella che oggi viene definita 'radicale'

(E, a proposito di Partito Democratico, concordo su quasi tutto quel che leggo qui: Radicali liberi )

L'Italia uscita sconfitta dalla guerra, la Milano tra i cui ruderi passeggiavo dai 5 ai 15 anni, non amava quasi per niente l'America, anzi gli USA, o i Nordamericani, perchè la parola 'America' sottintendeva piuttosto il Sud America.

Gli Yankee non erano amati che al cinema, perchè anche nel mondo del lavoro, per chi se li trovava come datori di lavoro, di simpatia ne circolava poca.

Ancora su "il manifesto" di oggi, in Prima Pagina, leggo, nell'articolo di Roberto Silvestri dal titolo Hollywood estremista radicale:

Al Gore ... il pianeta sta morendo se tutti non fanno subito "la cosa giusta". E dice basta a questo modello di sviluppo capitalistico, ma per non esagerare troppo aggiunge: "se abbiamo sconfitto il comunismo riusciremo sicuramente ad avere la meglio sull'effetto serra". Tutto il mondo verde acclama, Pecoraro Scanio esige un film in prima serata tv, mentre Prodi torna dall'India con accordi salva Fiat avvelenando e incendiando il Bengala...


Ma questo sarebbe antiamericanismo di sinistra? Che affonda nella Guerra Fredda o trae le sue ragioni dal contrasto con l'unica potenza rimasta del pianeta?

O non è piuttosto la maschera di sinistra giustapposta ad un vecchio e rancoroso antiamericanismo di destra, di un'Italia a suo tempo giustamente sconfitta, sia perchè fascista, sia per la sua alleanza con la Germania nazista, col contributo della Resistenza?





permalink | inviato da il 27/2/2007 alle 15:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio        marzo