.
Annunci online

 
lapsus 
lapsus psicologia e polis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  EMERGENZE
Blog Trotter Monitor
Jerushalayim
Ajeeb
Iraki News Agency
Ha'aretz
PRAVDA forum
World Press Photo
English Dar Alhayat
Uri Avnery's News Pages
Paix Maintenant
Peace Now
Peace Now Israel
Palestine Chronicle
Shalom.it
Nonviolenti.org
Sigmund Freud e Albert Einstein
COPING WITH TERRORISM
The Phenomenology of Trauma and the Absolutisms of Everyday Life
Federal Emergency Management Agency
alzataconpugno
straripando
babi119
esperimento
barnaba
ricordiamocene
miele98
CounterPunch
olifante
stilgar
mises
controcorrente
marioadinolfi
maquiavel
arsenico
calimero
oiraid
nanamalefika
liberopensiero
celeste
notimenospace
shockandawe
sannita
prospettiva_cdv
titollo
panther
cassandra
leguerrecivili
bartleby
mipassaperlatesta.
più che puoi
napoorsocapo
yadoge
  cerca



 

Diario | Psicologia e Guerra | Altrove | Chi è chi | Politichese | Intrighi | Serendipity | Europa | Sviluppo (in)sostenibile | Biotecnologie |
 
Diario
1visite.

29 ottobre 2004

Due popoli Due stati, 2Per2 (Gruppo Martin Buber - Ebrei per la Pace)

Con il piano di ritiro degli insediamenti israeliani dalla striscia di Gaza il conflitto tra Israele e i Palestinesi è arrivato ad un punto di svolta. Noi sosteniamo il ritiro da Gaza ma solo a condizione che esso non sia il primo e l’ultimo atto di una strategia di pace. Il ritiro deve diventare un’occasione per riprendere i negoziati con i palestinesi e un primo passo verso un accordo permanente che porti a Due Stati per Due Popoli. DUE STATI PER DUE POPOLI Nonostante l 'asprezza del conflitto, non abbiamo perso del tutto la speranza. La formula Due Stati per Due Popoli (2Per2) è l’unica soluzione accettabile per mettere termine alle ostilità. 2Per2 è un’ampia coalizione promossa da associazioni europee di ogni fede e cultura unite nella ricerca di una soluzione pacifica del conflitto. Intendiamo sostenere 2Per2 presso i partiti politici europei, le istituzioni dell’Unione Europea e la società civile. La nostra speranza è rafforzata dalle iniziative che esprimono lo spirito di 2Per2, in particolar modo gli accordi di Ginevra e la petizione "la Voce dei Popoli" promossa da Ami Ayalon e Sari Nusseibeh. Queste iniziative affermano il principio di Due Stati per Due Popoli, in quanto espressione del diritto all'autodeterminazione del popolo ebraico e di quello palestinese, in Israele e in Palestina, rispettivamente. Condividiamo la loro visione di un accordo basato sull'evacuazione di tutti gli insediamenti israeliani da Gaza e della maggior parte di quelli in Cisgiordania, lo scambio di territori sulla base dei confini del 1967, la fine dell'occupazione, una soluzione realistica, dignitosa e concordata del problema dei profughi palestinesi, un impegno a porre fine a ogni atto di violenza, e Gerusalemme come capitale dei due stati. 2Per2 sostiene tutte le iniziative che mirano a raggiungere un accordo permanente fra Israeliani e Palestinesi basato su questi principi. DUE STATI PER DUE POPOLI - SALVA VITE UMANE E PORTA ALLA PACE Vi invitiamo a firmare questa petizione. (Per adesioni: Gruppo Martin Buber - Ebrei per la Pace Via Nomentana 55 - 00161 ROMA martinbuber@katamail.com (vedi anche www.hakeillah.com) laura, in un post a Blog Trotter e dopo arafat speriamo la pace, speriamo con lui intanto vi segnalo questa petizione e nonchè questo sito http://www.paceinmedioriente.it/2810petizione.htm inviato il 29.10.2004 10:23:00 lapsus già laura, meglio tardi che mai, Coen si lancia su Arafat... e subito inciampa di tutti i commenti che ho ascoltato questa mattina (tra cui Radio Popolare, uguale RC...) il suo è il più ... rabbioso... perchè tradisce la delusione di chi sulla vita di Arafat ha scommesso e continua a scommettere solo in funzione 'anti', mai 'pro' qualcosa, e - se e quando Arafat verrà a mancare, quelle armi 'contro' torneranno a mostrarsi spuntate, come lo erano da sempre e questo anche sul fronte opposto, sia chiaro, ma almeno in Israele qualcosa si sta muovendo e si è mosso strano che ad arrabbiarsi perchè qualcosa si muove sia un ex movimentista !!! eppur si muove! i filopanestinesi auto promuoventesi tali, a imitazione del famoso ministro per la (dis)informazione irakeno 1 anno e mezzo fa, continuavano a ripetere che Arafat non avrebbe MAI lasciato la Palestina, che sarebbe morto da martire (perchè quello a loro piace, il martire, basta che sia un altro da loro) mentre già le agenzie battevano della partenza di Arafat per Parigi meditate gente, meditate! e che riprenda a muoversi anche lo 'spirito di Ginevra', cui ora Arafat è anche fisicamente più vicino! ------- Anche su Blog Trotter Monitor e UniArco




permalink | inviato da il 29/10/2004 alle 10:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre        novembre