.
Annunci online

 
lapsus 
lapsus psicologia e polis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  EMERGENZE
Blog Trotter Monitor
Jerushalayim
Ajeeb
Iraki News Agency
Ha'aretz
PRAVDA forum
World Press Photo
English Dar Alhayat
Uri Avnery's News Pages
Paix Maintenant
Peace Now
Peace Now Israel
Palestine Chronicle
Shalom.it
Nonviolenti.org
Sigmund Freud e Albert Einstein
COPING WITH TERRORISM
The Phenomenology of Trauma and the Absolutisms of Everyday Life
Federal Emergency Management Agency
alzataconpugno
straripando
babi119
esperimento
barnaba
ricordiamocene
miele98
CounterPunch
olifante
stilgar
mises
controcorrente
marioadinolfi
maquiavel
arsenico
calimero
oiraid
nanamalefika
liberopensiero
celeste
notimenospace
shockandawe
sannita
prospettiva_cdv
titollo
panther
cassandra
leguerrecivili
bartleby
mipassaperlatesta.
più che puoi
napoorsocapo
yadoge
  cerca



 

Diario | Psicologia e Guerra | Altrove | Chi è chi | Politichese | Intrighi | Serendipity | Europa | Sviluppo (in)sostenibile | Biotecnologie |
 
Diario
1visite.

5 giugno 2004

Tanto pe' canta' (Nino Manfredi)

1932, E.Petrolini, Ed. Suvini Zerboni Parlato... È 'na canzone senza titolo, tanto pe' cantà, pe' fà quarche cosa... nun è gnente de straordinario è robba der paese nostro, che se pò cantà puro senza voce... basta 'a salute... quanno c'è 'a salute c'è tutto... basta 'a salute e 'n par de scarpe nove pòi girà tutt'er monno... e m'accompagno da me... Pe' fa la vita meno amara me so comprato 'sta chitara, e quann'er sole scende e more me sento 'n còre cantatore. La voce è poca ma 'ntonata, nun serve a fà la serenata, ma solamente a fà in magnera de famme un sogno a prima sera. Tanto pe' cantà, perché me sento 'n friccico ner còre, tanto pe' sognà, perché ner petto me ce naschi 'n fiore. fiore de lillà che m'ariporti verso er primo amore, che sospirava le canzone mie, e m'arintontoniva de bugìe. Canzoni belle e appassionate che Roma mia m'ha ricordate, cantate solo pe' dispetto, ma co 'na smania drent'ar petto; io nun ve canto a voce piena, ma tutta l'anima è serena; e quanno er cèlo se scolora de me nessuna se 'nnamora. Tanto pe' cantà, perché me sento 'n friccico ner còre, tanto pe' sognà, perché ner petto me ce naschi 'n fiore. fiore de lillà che m'ariporti verso er primo amore, che sospirava le canzone mie, e m'arintontoniva de bugìe. Petrolini, tanto pe' canta'Nel 1970, Nino Manfredi, ospite al Festival di Sanremo, si propose inaspettatamente come cantante, interpretando il brano di Petrolini. Nei mesi successivi, lentamente ma inesorabilmente il brano (arrangiato da Maurizio De Angelis, uno degli Oliver Onions celebri per i brani dei film di Bud Spencer e Terence Hill) cominciò a salire in classifica, e ci rimase per diversi mesi. In quel periodo Manfredi dichiarò: "Era un vecchio disco ritrovato di Petrolini, il primo artista che vidi in vita mia. Mi ci portò mio padre maresciallo e da allora mi rimase il segno. Il successo è stato un caso. Non immaginavo neppure lontanamente un simile exploit. Comunque, mi fa piacere che il pubblico sappia riconoscere ancora una bella canzone. Ha 50 anni, eppure conserva ancora una freschezza che la maggior parte delle canzoni di oggi non ha. ". Ho voluto dimostrare che quando una canzone è valida, può funzionare anche se a cantarla sono io. (…) Io non sono un cantante. Mi diverte interpretare una canzone da attore, ma non so assolutamente cantare. Certo che è sintomatico che appena arriva un cane come me davanti a un microfono la gente si entusiasmi subito... Questo vuol dire che anche nel mondo della musica leggera, come nel cinema, c'è molta improvvisazione. Parecchie case discografiche mi hanno scritto per sottopormi canzoni da incidere, qualcuno mi ha addirittura promesso la partecipazione al festival di Sanremo. In realtà nel mio disco, grazie alle meraviglie della tecnica moderna, sono riuscito a limitare al massimo le stecche…" (dal settimanale "Bolero"). galleriadellacanzone.it Canzoni de Roma


Il Mondo dei Doppiatori: la pagina di Nino Manfredi




permalink | inviato da il 5/6/2004 alle 10:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio        luglio