.
Annunci online

 
lapsus 
lapsus psicologia e polis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  EMERGENZE
Blog Trotter Monitor
Jerushalayim
Ajeeb
Iraki News Agency
Ha'aretz
PRAVDA forum
World Press Photo
English Dar Alhayat
Uri Avnery's News Pages
Paix Maintenant
Peace Now
Peace Now Israel
Palestine Chronicle
Shalom.it
Nonviolenti.org
Sigmund Freud e Albert Einstein
COPING WITH TERRORISM
The Phenomenology of Trauma and the Absolutisms of Everyday Life
Federal Emergency Management Agency
alzataconpugno
straripando
babi119
esperimento
barnaba
ricordiamocene
miele98
CounterPunch
olifante
stilgar
mises
controcorrente
marioadinolfi
maquiavel
arsenico
calimero
oiraid
nanamalefika
liberopensiero
celeste
notimenospace
shockandawe
sannita
prospettiva_cdv
titollo
panther
cassandra
leguerrecivili
bartleby
mipassaperlatesta.
più che puoi
napoorsocapo
yadoge
  cerca



 

Diario | Psicologia e Guerra | Altrove | Chi è chi | Politichese | Intrighi | Serendipity | Europa | Sviluppo (in)sostenibile | Biotecnologie |
 
Diario
1visite.

16 maggio 2004

Perché noi italiani siamo in Iraq (3) ? Petrolio (2)?

Iraq darà vita società nazionale petrolifera entro 30 giugno BAGHDAD (Reuters) - L'Iraq costituirà una nuova compagna petrolifera nazionale per gestire il settore prima che gli Stati Uniti trasferiscano i poteri a un nuovo governo iracheno entro il 30 giugno. Lo ha detto oggi il ministro iracheno del Petrolio Ibrahim Bahr Uloum. Comunque, la Iraq Oil Company - già disciolta nel 1987 da Saddam Hussein - non avrà il monopolio sullo sviluppo dei giacimenti, che allontanerebbe invece le società internazionali necessarie ad aumentare la produzione, ha detto il ministro a Reuters. "L'Iraq non ha le entrate per fare investimento da solo. Un operatore indipendente incoraggerà le compagnie petrolifere internazionali ad accordarsi con l'Iraq", ha detto Bahr Uloum. "Il ministero del Petrolio ha proposto al Consiglio governativo di creare la Compagnia petrolifera irachena, che sarà interamente di proprietà del governo, agirà secondo principi commerciali e risponderà al ministero. Attendiamo che il governo dia la sua approvazione". Gran parte dei membri dell'Opec hanno una compagnia petrolifera nazionale, come è il caso della saudita Aramco, che hanno il monopolio dell'estrazione. Saddam aveva sostituito un'unica società con più imprese e agenzie statali sotto il controllo del ministero, che ora dirige le operazioni e la ricerca. Il ministro Uloum ha detto che l'investimento straniero è essenziale per aiutare l'Iraq a raddoppiare la produzione a cinque milioni di barili al giorno entro la fine del 2010, anche se ha riconosciuto che va prima migliorata la sicurezza. l'Iraq, il secondo paese al mondo dopo l'Arabia Saudita per quanto riguarda i giacimenti petroliferi, deve difendere gli impianti dai sabotaggi degli insorti, che combattono contro le forze Usa. Le esportazioni dal terminal di Bassora sono ancora risolte a un terzo del normale volume mentre i tecnici sono al lavoro per riparare l'oleodotto, dopo l'attacco di otto giorni fa. Yahoo! Notizie, Domenica 16 Maggio 2004, 17:52




permalink | inviato da il 16/5/2004 alle 19:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
aprile        giugno