.
Annunci online

 
lapsus 
lapsus psicologia e polis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  EMERGENZE
Blog Trotter Monitor
Jerushalayim
Ajeeb
Iraki News Agency
Ha'aretz
PRAVDA forum
World Press Photo
English Dar Alhayat
Uri Avnery's News Pages
Paix Maintenant
Peace Now
Peace Now Israel
Palestine Chronicle
Shalom.it
Nonviolenti.org
Sigmund Freud e Albert Einstein
COPING WITH TERRORISM
The Phenomenology of Trauma and the Absolutisms of Everyday Life
Federal Emergency Management Agency
alzataconpugno
straripando
babi119
esperimento
barnaba
ricordiamocene
miele98
CounterPunch
olifante
stilgar
mises
controcorrente
marioadinolfi
maquiavel
arsenico
calimero
oiraid
nanamalefika
liberopensiero
celeste
notimenospace
shockandawe
sannita
prospettiva_cdv
titollo
panther
cassandra
leguerrecivili
bartleby
mipassaperlatesta.
più che puoi
napoorsocapo
yadoge
  cerca



 

Diario | Psicologia e Guerra | Altrove | Chi è chi | Politichese | Intrighi | Serendipity | Europa | Sviluppo (in)sostenibile | Biotecnologie |
 
Diario
1visite.

16 aprile 2004

Non omnis moriar, multaque pars mei Vitabit Libitinam

Exegi monumentum aere perennius Regalique situ pyramidum altius, Quod non imber edax, non Aquilo impotens Possit diruere aut innumerabilis Annorum series, et fuga temporum. Non omnis moriar, multaque pars mei Vitabit Libitinam: usque ego postera Crescam laude recens, dum Capitolium Scandet cum tacita virgine pontifex. Ho compiuto un monumento più duraturo del bronzo e più alto della mole regale delle piramidi, che non la pioggia corrodente, non lo sfrenato Aquilone possano distruggere o la successione innumerevole degli anni ed il corso del tempo. Non morirò interamente ed anzi gran parte di me eviterà la morte; sempre giovane crescerò nella lode dei posteri, finché il pontefice salirà il Campidoglio con la silenziosa Vergine. (Orazio, ODI, III.XXX) I blog hanno memoria? Leonardo Coen, su BlogTrotter, prova a dire che no... I blog non hanno memoria Rubo l'idea di questo blog a "U" che ha appena postato queste righe: "I blog non hanno memoria. Dipende da come vengono scritti o da come vengono letti? Le stesse persone tornano dopo tempo a ripetere gli stessi argomenti, pur avendo ricevuto argomentazioni contrastanti più o meno valide. Alla fine ognuno ne esce rafforzato nella propria presunzione di essere nel giusto. Ma a che vale parlare senza ascoltare? Meglio le chiacchiere da bar. Almeno li la gente ti guarda negli occhi, ti costringe quasi fisicamente ad affrontare i propri argomenti. Qui è solo muro contro muro. O no?". http://blog.repubblica.it/rblog/page/LCoen




permalink | inviato da il 16/4/2004 alle 17:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        maggio