.
Annunci online

 
lapsus 
lapsus psicologia e polis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  EMERGENZE
Blog Trotter Monitor
Jerushalayim
Ajeeb
Iraki News Agency
Ha'aretz
PRAVDA forum
World Press Photo
English Dar Alhayat
Uri Avnery's News Pages
Paix Maintenant
Peace Now
Peace Now Israel
Palestine Chronicle
Shalom.it
Nonviolenti.org
Sigmund Freud e Albert Einstein
COPING WITH TERRORISM
The Phenomenology of Trauma and the Absolutisms of Everyday Life
Federal Emergency Management Agency
alzataconpugno
straripando
babi119
esperimento
barnaba
ricordiamocene
miele98
CounterPunch
olifante
stilgar
mises
controcorrente
marioadinolfi
maquiavel
arsenico
calimero
oiraid
nanamalefika
liberopensiero
celeste
notimenospace
shockandawe
sannita
prospettiva_cdv
titollo
panther
cassandra
leguerrecivili
bartleby
mipassaperlatesta.
più che puoi
napoorsocapo
yadoge
  cerca



 

Diario | Psicologia e Guerra | Altrove | Chi è chi | Politichese | Intrighi | Serendipity | Europa | Sviluppo (in)sostenibile | Biotecnologie |
 
Diario
1visite.

3 aprile 2004

serendippiche... tecniche di sopravvivenza...

...scambiarsi le "tecniche di soppravvivenza" aiuta molto noi poveri perdenti..... Ho trovato questa espressione in un post di liofante sul forum GdV (che sta per 'gioco della vita' e dove scrive gente che parla del proprio 'disagio' o... difficoltà di gioco...) C'è una certa risonanza di quell'espressione con quel che stavo pensando questa mattina ascoltando le varie rassegne stampa per radio e scorrendo i titoli su GoogleNews Bombe di qua, atrocità di là, arresti, rastrellamenti, chi si allarma per il terrorismo incombente (siamo al sesto posto nella lista nera, ci comunica AlQaeda) e chi per l'uso a suo dire strumentale dell'antiterrorismo per scopi inconfessabili, che taluni riducono ai 'soliti' giochi elettorali, USA e di casa nostra mai nessuno però che si chieda o ci chieda come far fronte a tutto questo nel nostro piccolo e spicciolo quotidiano c'è chi invoca più armi per la guerra contro, e chi più intelligence... ora, dico io, se io prendo un autobus, accompagno mio figlio a scuola, e mi scopro che guardo con un po' più di curiosità il bambino arabo che entra a scuola con lui, o ascolto chi mi racconta del tipo con lo zainetto che è entrato in uno scompartimento su un treno, ha mollato lì lo zainetto, e poi è uscito (verosimilmente a fumarsi una sigaretta in attesa che il treno parta)... che faccio? esco col bazooka pronto a far fuoco? chiamo polizia, carabinieri, vigili del fuoco e ambulanze ad ogni sguardo sospetto che colgo nel mio vicino? smetto di uscire di casa e di mandare mio figlio a scuola? quali sono le 'tecniche di sopravvivenza' che ciascuno di noi si accorge - subliminalmente - di mettere in atto da qualche anno a questa parte, e dalle ultime settimane in qua? sono 'intelligenti' ? che non vuol dire 'grande cranio', capoccione o stile da Sherlock Holmes, ma, dicono sia quella che è mancata a Bush prima dell'11 settembre, fantasia, immaginazione... Negli USA questo problema se lo sono posti da tempo: vedi ad esempio Coping with Terrorism, a cura dell'APA (American Psychological Association) o The Phenomenology of Trauma and the Absolutisms of Everyday Life: A Personal Journey, di Robert D. Stolorow, PhD, Institute of Contemporary Psychoanalysis, Los Angeles ...




permalink | inviato da il 3/4/2004 alle 9:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        maggio