.
Annunci online

 
lapsus 
lapsus psicologia e polis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  EMERGENZE
Blog Trotter Monitor
Jerushalayim
Ajeeb
Iraki News Agency
Ha'aretz
PRAVDA forum
World Press Photo
English Dar Alhayat
Uri Avnery's News Pages
Paix Maintenant
Peace Now
Peace Now Israel
Palestine Chronicle
Shalom.it
Nonviolenti.org
Sigmund Freud e Albert Einstein
COPING WITH TERRORISM
The Phenomenology of Trauma and the Absolutisms of Everyday Life
Federal Emergency Management Agency
alzataconpugno
straripando
babi119
esperimento
barnaba
ricordiamocene
miele98
CounterPunch
olifante
stilgar
mises
controcorrente
marioadinolfi
maquiavel
arsenico
calimero
oiraid
nanamalefika
liberopensiero
celeste
notimenospace
shockandawe
sannita
prospettiva_cdv
titollo
panther
cassandra
leguerrecivili
bartleby
mipassaperlatesta.
più che puoi
napoorsocapo
yadoge
  cerca



 

Diario | Psicologia e Guerra | Altrove | Chi è chi | Politichese | Intrighi | Serendipity | Europa | Sviluppo (in)sostenibile | Biotecnologie |
 
Diario
1visite.

21 marzo 2004

Gli specchi di Alice

Lila scrive "La descrizione di Robert Fisk, era stata prevista già prima della guerra da..." Sì, dallo stesso Robert Frisk !! Ma questo cosa vuol dire? Cari signori la 'schizofrenia' è iscritta nella Storia Contemporanea, e il fatto di viverla male o come una malattia, non significa affatto che sia guaribile o che siamo vicini ad aver trovato una cura Se uno legge Lila (o Frisk) si trova da una parte dello specchio, se legge Karen dall'altra parte del medesimo specchio e allora una delle due: come Coen, come Fassino, come forse nel mio piccolo anch'io si pone il problema, si accorge e manifesta che 'sta male' o preferisce negare lo specchio, e siccome non gli basta sbertucciare la realtà, un po' come fanno gli scimpanzè di fronte ad un problema che non riescono a risolvere: ci sputano addosso, e deridono l'aria triste di Fassino, la sua magrezza ascetica, appagandosi della propria auto-affermata pasciuta rotondità o fa esattamente come quelli di prima, ma si incazza con lo specchio e con chi insiste ad affermarne la strana natura disvelante realtà contradditorie e irriducibili l'una nell'altra, lo assale per eliminarlo, magari anche fisicamente, ma soprattutto per metterlo a tacere. Rivernicia di rosso o di nero lo specchio, e si ripete coattivamente, ossessivamente che l'altra faccia non esiste! inviato il 21.03.2004 11:18:22 a BlogTrotter, La Sintesi ---------- PS oggi mi sento molto in sintonia con quel che trovo scritto in straripando




permalink | inviato da il 21/3/2004 alle 11:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre        aprile