.
Annunci online

 
lapsus 
lapsus psicologia e polis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  EMERGENZE
Blog Trotter Monitor
Jerushalayim
Ajeeb
Iraki News Agency
Ha'aretz
PRAVDA forum
World Press Photo
English Dar Alhayat
Uri Avnery's News Pages
Paix Maintenant
Peace Now
Peace Now Israel
Palestine Chronicle
Shalom.it
Nonviolenti.org
Sigmund Freud e Albert Einstein
COPING WITH TERRORISM
The Phenomenology of Trauma and the Absolutisms of Everyday Life
Federal Emergency Management Agency
alzataconpugno
straripando
babi119
esperimento
barnaba
ricordiamocene
miele98
CounterPunch
olifante
stilgar
mises
controcorrente
marioadinolfi
maquiavel
arsenico
calimero
oiraid
nanamalefika
liberopensiero
celeste
notimenospace
shockandawe
sannita
prospettiva_cdv
titollo
panther
cassandra
leguerrecivili
bartleby
mipassaperlatesta.
più che puoi
napoorsocapo
yadoge
  cerca



 

Diario | Psicologia e Guerra | Altrove | Chi è chi | Politichese | Intrighi | Serendipity | Europa | Sviluppo (in)sostenibile | Biotecnologie |
 
Diario
1visite.

10 aprile 2003

Quello strano sapore di vittoria e libertà

Eravamo tra i 30 Paesi che hanno sostenuto la Coalizione anti Saddam.
Abbiamo, consenzienti o meno, affrontato i rischi, anche solo di una posizione scomoda, non pacifista a oltranza, in quanto Italia, dico, non in quanto singole coscienze...
Ha vinto la Coalizione, sta' vincendo la Libertà, per Irakeni, Kurdi, Sciiti..
Ma allora...
Non va bene così? Non ci sentiamo abbastanza 'giusti'?
Chirac, Schroeder, Kofi Annan devono 'per forza' essere le guide e il faro per il nostro futuro, e cioè, non essendo riusciti a dar forza all'ONU per cacciare Saddam Hussein e abbatterne la dittatura, adesso a loro dobbiamo affidare le sorti non solo del 'Libero Irak' ma le nostre?

A me sembra un po' troppo!

Io non ci sto' neanche a dovermi per forza riconoscere negli ultimi rottami del regime irakeno, o nei kamikaze dei piu' svariati e feroci movimenti 'islamici'. No grazie!

E neanche a rientrare nella Grande Coalizione Anti Anglo-Americana, e a neanche a immaginare un' Europa che abbia questo programma e queste finalità.

Le idee migliori in fatto di civiltà, di libertà, di solidarietà, sono condivise in tutto il Mondo di tradizioni europee e americane.

Negli USA non ci sarà sempre Bush, in Italia, si spera non sempre Berlusconi, in Francia non sempre Chirac... e in Germania... non oso pensare cosa un governo di destra potrebbe farsene di un'ideologia 'anti-imperialista' se non rilanciare un neo protagonismo germanico in Europa di cui sinceramente non sento la mancanza.

Quel che mi chiedo è se ormai la Sinistra oltre che defunta si stia liquefacendo sotto il sole del deserto irakeno, e dove potrà guardare chi non si adatta a rinnegare posizioni diverse rispetto a quelle di Bush e Blair, di Aznar e Berlusconi, e pero' con americani, inglesi, spagnoli, italiani, francesi, tedeschi condivide valori di libertà, di democrazia, di cultura illiminata e illuminista...




permalink | inviato da il 10/4/2003 alle 21:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo        settembre