.
Annunci online

 
lapsus 
lapsus psicologia e polis
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  EMERGENZE
Blog Trotter Monitor
Jerushalayim
Ajeeb
Iraki News Agency
Ha'aretz
PRAVDA forum
World Press Photo
English Dar Alhayat
Uri Avnery's News Pages
Paix Maintenant
Peace Now
Peace Now Israel
Palestine Chronicle
Shalom.it
Nonviolenti.org
Sigmund Freud e Albert Einstein
COPING WITH TERRORISM
The Phenomenology of Trauma and the Absolutisms of Everyday Life
Federal Emergency Management Agency
alzataconpugno
straripando
babi119
esperimento
barnaba
ricordiamocene
miele98
CounterPunch
olifante
stilgar
mises
controcorrente
marioadinolfi
maquiavel
arsenico
calimero
oiraid
nanamalefika
liberopensiero
celeste
notimenospace
shockandawe
sannita
prospettiva_cdv
titollo
panther
cassandra
leguerrecivili
bartleby
mipassaperlatesta.
più che puoi
napoorsocapo
yadoge
  cerca



 

Diario | Psicologia e Guerra | Altrove | Chi è chi | Politichese | Intrighi | Serendipity | Europa | Sviluppo (in)sostenibile | Biotecnologie |
 
Diario
1visite.

20 febbraio 2003

Spamming ed uso della rete per rompere il silenzio

Sarà un caso, ma dopo il mio ultimo post dal titolo

Stefano: INFO

in cui riportavo il coraggioso appello di Stefano, un frequentatore da anni di un sito di auto aiuto in rete, che ha osato rompere il silenzio che si era sin qui autoimposto, è comparso qui un altro post sullo spamming...

io sono il primo ad avversare lo spamming, ed anche a diffidare degli inutili appelli per lo piu' falsi diffusi spesso in rete a proposito di inesistenti urgenze, ma bisogna pur saper distinguere!

Mi piace questo Blog, inserito in un sito di 'sinistra', anche se 'riformista' (e la mia storia personale non è quella
di un riformista, ma resta quella di un ideale 'rivoluzionario', anche se capire come rivoluzionare il privato-pubblico della propria
esistenza è tutt'altro che scontato)

Credo che una delle maggiori conquiste della 'sinistra' dagli anni '60 (La Zanzara al Parini di Milano, per esempio)
sia stata la progressiva riscoperta del valore della soggettività, anche e proprio per chi si sentiva piu' impegnato 'politicamente',
in senso sociale e civile piu' che 'istituzionale'.

La rete consente di far uscire dal silenzio proprio questo, la soggettività di chi spesso è silente
non per volontà sua, ma perchè le condizioni di vita famigliari, sociali, personali, alimentano
la solitudine e la difficoltà a interagire con altri nel mondo 'reale'.

Ben vengano tutti gli spazi, dunque, come questo Blog, in cui finalmente
sociale, politico, soggettivo convergono e si mescolano e rimescolano!

Resta pure sempre pero' il versante non-virtuale di tutto ciò.

Il messaggio di Stefano testimonia di questo, di come se anche la rete
consente anche a chi è 'recluso' in casa propria di comunicare con altri,
ed anche di rendersi utile, ciò non basta affatto, perchè i problemi
'reali' restano, e negli ultimi tempi la vita di chi soffre di disabilità o
disagi psico-fisici è diventata davvero un percorso sempre piu' spesso infernale
nel labirinto degli Enti, Istituzioni, Associazioni che pretendono - liberisticamente -
di risolvere i problemi di tutti, ma non riescono nemmeno a scalfire
le tragedie quotidiane di molti...




permalink | inviato da il 20/2/2003 alle 11:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
       marzo